Gennaio 20, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Stato PPDA: è stata aperta una nuova indagine

Otto di loro, in “Liberation”, hanno denunciato le azioni dell’ex presentatore di TF1, di cui sette con i volti scoperti.

Poi la Procura di Nanterre ha condotto un’indagine preliminare per quattro mesi, durante la quale 23 donne, tra cui una minorenne, hanno sporto denuncia, nove delle quali hanno sporto denuncia. La maggior parte dei fatti, che sono stati denunciati come soggetti a prescrizione, l’inchiesta è stata archiviata a giugno.

Il PPDA ha negato tutte le accuse.

In merito ai fatti denunciati dalla Purcell, la classificazione senza seguito da parte della Procura di Nanterre è stata motivata dalla “obsolescenza” di alcuni fatti ma anche da “insufficienza di prove”. Alla fine di novembre, la Purcell si è costituita parte civile per deferire nuovamente il caso al giudice istruttore.

È stata aperta un’indagine, ha detto la procura di Nanterre all’AFP, confermando le informazioni ricevute da TF1-LCI. Nello specifico, gli investigatori indagheranno nuovamente sui fatti del 2009 classificati come “prove insufficienti”.

L’avvocato del Darfur di Patrick Boiver, Jacqueline Lavon, non ha risposto alle richieste dell’AFP. Gli avvocati di Florence Purcell, Emmanuel Moines e Josephine Doncio, non hanno voluto rispondere.

“Non in vena”

La Procura di Nanterre ha anche aperto, giovedì, una seconda indagine contro Patrick Poivre-Derfour, che questa volta è stata condotta dai pubblici ministeri.

L’indagine iniziale segue una denuncia presentata la scorsa settimana da una donna che accusava la giornalista e scrittrice di averla violentata durante il Festival di Cannes del 1985, quando aveva 23 anni. Fatti che sembrano essere descritti.

“La mia cliente sta ricevendo questa espressione di considerazione aprendo un’indagine dopo aver descritto i fatti, il che è la prova che il suo coraggio non è stato vano”, ha detto ad AFP Laurie Heinich, avvocato dell’AFP.

READ  Questi gemelli nati a 15 minuti di distanza non sono nati nello stesso anno | vario

Secondo una fonte vicina al caso, l’accusa ha aperto questa indagine preliminare perché “è importante effettuare dei fact-checking prima di determinare se siano imposti o meno”. Questa fonte aggiunge che “l’ondata di accuse” nei confronti di Patrick Boiver Darfur “incoraggia (la giustizia) a verificare” i fatti denunciati.

Secondo un conteggio dell’AFP di venerdì, almeno 27 donne hanno testimoniato davanti agli investigatori o sulla stampa accusando Patrick Boivre Darfur di stupro, aggressione sessuale o molestie sessuali, tra cui due minorenni al momento dei presunti crimini. Undici denunce presentate.

La sceneggiatrice Helen Devink, la cui denuncia di stupro contro il PPDA è stata respinta senza prescrizione, chiede giustizia per “l’auto-riferimento” quando le donne testimoniano alla stampa.

“C’è una donna minorenne al momento dei fatti che ha testimoniato tre volte, nel 1989 in un minuto, lo scorso luglio in 20 minuti e a dicembre in TF1. Ha detto all’AFP della testimonianza di Caroline che la giustizia non ha ancora esaminato il suo caso.

“Quanto all’inchiesta Florence Purcell o alla nuova istruttoria che è stata aperta, si tratta sempre dello stesso uomo. Bisogna tener conto della sequenza dei fatti che si smentisce”, ha sottolineato la persona che è anche vicepresidente della Associazione #MeTooMedias, che è stata creata in autunno Per sfondare Omerta nei media francesi.