Aprile 17, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Un parente di Alexei Navalny è stato aggredito con un martello vicino a casa sua: l'attacco è stato 'probabilmente firmato dalla Russia'

Un parente di Alexei Navalny è stato aggredito con un martello vicino a casa sua: l'attacco è stato 'probabilmente firmato dalla Russia'

Mercoledì i servizi segreti lituani hanno valutato che l’attacco di martedì a Vilnius contro Leonid Volkov, l’ex braccio destro dell’esponente dell’opposizione russa morto in prigione Alexei Navalny, potrebbe essere stato “organizzato dalla Russia”.

Una dichiarazione ufficiale afferma che l’attacco “al signor Volkov, che vive in esilio nella capitale lituana, è stata” molto probabilmente un’operazione organizzata e portata avanti dalla Russia. Il signor Volkov, 43 anni, è stato aggredito con un martello davanti a casa sua, costringendolo ad un breve ricovero in ospedale. “Stiamo adottando tutte le misure necessarie per chiarire i motivi e le cause di questo crimine. Stiamo studiando diversi metodi”, ha detto alla radio LRT il vice capo della polizia Saulius Tamulivicius. Nessun sospetto è stato ancora identificato.



Leonid Volkov, una figura di spicco dell’opposizione russa, ha ritenuto il presidente Vladimir Putin responsabile della sua morte. Il signor Volkov ha affermato su Telegram di essere stato colpito alla gamba 15 volte durante l'attacco di martedì sera. Kira Iarmysh, ex portavoce di Navalny, ha detto: “Qualcuno ha rotto il finestrino di una macchina e gli ha spruzzato gas lacrimogeno negli occhi” prima di colpirlo con un martello.

La moglie di Volkov, Anna Biryukova, ha pubblicato sui social media foto che mostrano le ferite del marito, tra cui un occhio nero, un segno rosso sulla fronte e sangue sulla gamba. Una fonte governativa ha detto all'AFP che il signor Volkov è stato dimesso dall'ospedale mercoledì presto perché “sono comparsi lividi su varie parti del suo corpo oltre a una frattura nell'osso della mano”.

READ  Dialogo tra maggioranza e opposizione: il principe Ibenji accoglie con favore l’iniziativa di Felix Tshisekedi