Novembre 28, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Tour de France: Wute van Aert inveisce sulle voci sul doping

Dopo aver segnato il miglior tempo durante questa 20a e penultima tappa, il belga è stato allarmato dalle voci sul doping che circondavano la sua squadra.

Tempo di lettura: 2 minuti

QuintoWout van Aert, vincitore della 20a tappa del Tour de France di sabato a Rocamadour, è tornato sulle voci di doping che circondano la sua prestazione e quelle del team Jumbo-Visma.

“Non voglio nemmeno rispondere, è una domanda sporca”, ha detto Van Aert. “Torni ogni volta che qualcuno vince. Perché siamo competenti, dobbiamo difenderci? Non ho capito. Abbiamo lavorato sodo per questo. Il ciclismo è cambiato, superiamo i controlli tutto il tempo, tutto l’anno, veniamo a casa nostra, a casa nostra. Ci stiamo solo allenando. E quando si guarda a come è progredita la squadra negli ultimi anni, non è come se fosse uscita dal nulla”.





Anche il suo collega danese Jonas Weinggaard ha parlato delle voci. “Siamo assolutamente puliti, siamo tutti nella squadra. Posso garantire che per tutti nessuno prende nulla di illegale”, ha insistito la maglia gialla. “Perché ci sentivamo bene? Ha detto che è stato grazie alla nostra preparazione. Pedaliamo in quota come nessun altro. Facciamo tutto il possibile in termini di attrezzatura, allenamento e alimentazione. Siamo la squadra migliore per prepararsi e questo è perché dovresti fidarti di noi.

READ  Marc Delire sera aux commentaires le 7 avril prochain