Luglio 20, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Thorgan Hazard è fiducioso prima del Clasico: “Non credo che tornerò a giocare all’estero”

Thorgan Hazard è fiducioso prima del Clasico: “Non credo che tornerò a giocare all’estero”

Thorgan Hazard corre molto. Non solo sulla Terra. Dal suo ritorno in Belgio, quando ha firmato per l’Anderlecht nelle ultime ore del mercato per un assegno da tre milioni, ha dovuto cercare una nuova casa mentre si prepara all’arrivo della moglie e delle figlie, che restano in Belgio. Dortmund. Per motivi scolastici da gennaio. Ma una volta che si è calmato, non conta né il suo tempo né le sue parole intelligenti.

Non è molto difficile non vedere tua moglie e i tuoi figli ogni giorno?

“Ci stiamo gestendo. C’erano solo due settimane di ferie in Germania e sono potuti tornare. Appena avrò due giorni di ferie tornerò a Dortmund. Lì stiamo valutando dove vivremo. Soprattutto, “Dobbiamo farlo secondo la scuola. Non è facile” Sulle mie figlie che devono lasciare lì i loro amici, ma abbiamo fatto capire loro che la vita da calciatore è quella che si vuole. Non gioco da dieci club per dieci anni. Ero logico.”

Durante l’era Zulte (2012-2014), ho acquistato una villa in una tenuta a Waregem.

“Sì, ci piacerebbe vivere lì ma dobbiamo ottenere i permessi per ristrutturare. Aspettiamo i permessi da due o tre anni. Questo è il Belgio. Capisco perché è difficile costruire un nuovo stadio…”

Possiamo mostrarti una foto?

“Certamente. Oh, questa è l’uniforme standard ad Aden, vero? E Killian è solo il ragazzo della porta accanto.” (Lui ride)“.

Nella famiglia Hazard, supportavamo lo Standard?

“No. A casa ci sono anche le foto di tutti i fratelli con la maglia dell’Anderlecht. Avevamo tantissime magliette e chiedevamo sempre ai nostri genitori di comprarle. Avevamo il Manchester United, l’Inter, la Francia… l’unica squadra che abbiamo Il paese più sostenuto è stato la Francia, ma da allora le cose sono cambiate”. (ammiccamento)“.

Nawras

“Mando un messaggio ai tifosi di entrambe le squadre: domenica giochiamo a calcio”.

Cosa significa per te El Clasico?

“Domenica lo potrò dire, ma sono felice. Ho visto alcune foto della vittoria dello Standard sul Brugge e faceva caldo. Spero che domenica sarà bello”.

Esattamente un anno fa, El Clásico fu fermato a causa degli abusi dei fan.

“Sì. Se posso mandare un messaggio ai tifosi di entrambe le parti: giochiamo a calcio. Siate calmi e non fate nulla di stupido. Ci sono già abbastanza problemi nella società che non possono essere aggiunti a una partita di calcio. Il lo spettacolo dovrebbe essere prima di ogni Qualcosa sul pavimento.

READ  Quali sono le possibilità dell'Anderlecht nel Villarreal? Brian Rimmer dà credito... e Moussa Ndiaye vede molto! - Tutto il calcio

Thorgan Hazard è già pronto a lanciare, quindi quale sarà la sua quarta partenza da RSCA?

“Mi sento sempre meglio fisicamente. Per giocare bene devo essere in buona forma. È passato molto tempo dall’ultima volta che ho iniziato tre partite di fila. Sento ancora dolore negli ultimi 10 minuti e non riesco a giocare”. Ho i crampi. “Sarò pronto al 100%”.

Nawras

“Ho chiarito all’Anderlecht che non volevo più essere un sostituto temporaneo come al Dortmund”.

Ci sono domande sulla tua posizione.

“Mi piace avere un ruolo un po’ libero. Come a Zulte o a Mönchengladbach. Qui sono più a sinistra, ma ho alcune libertà. Quando ho parlato con l’Anderlecht, ho chiarito che non volevo più essere un Giocatore custode come da anni: “L’ultimo a Dortmund. Alla fine lì ero io la ruota di scorta”.

Quando ho firmato, il mondo del calcio belga ha detto che ora l’Anderlecht aveva le armi per giocarsi il titolo. È anche questa la tua ambizione?

Nessuno gioca per arrivare secondo. Abbiamo ragazzi che devono essere ambiziosi. Ma non è neanche magia. Hai bisogno dell’automazione per arrivarci. Richiede tempo. Stiamo raccogliendo punti ma sappiamo che il livello di gioco potrebbe essere migliore. Il punto è che abbiamo un buon gruppo. Ho trovato un amico come Thomas Delaney. Jan Vertonghen, ovviamente. “Abbiamo un buon mix di giovani e anziani.”

Come vanno le cose tra te e Brian Rimmer?

“È un allenatore molto positivo ma sa anche gridare forte, credetemi. Mi piace il suo approccio e la sua mentalità. Ci sono tanti danesi nel club e mi sono sempre detto che la mentalità belga e danese sono un buon abbinamento”. .”

Conosciamo solo il positivissimo Rimmer. Che aspetto ha un Rimmer arrabbiato?

Nell’intervallo a Courtrai era arrabbiato. Il suo stile è fisicamente impegnativo, con una pressione intensa. L’ho sperimentato anche in Germania, soprattutto con Marco Rose che adesso era al Lipsia. Ma allenarsi all’Anderlecht è più difficile. Possiamo spiegarlo anche perché giochiamo solo una partita a settimana.

Nawras

“Alla prima chiamata ho detto a Friedberg che sarebbe stato complicato, ma lui stava flirtando davvero bene con me.”

Quando è avvenuto il tuo primo contatto con l’Anderlecht?

“Non lo so esattamente, ma Jesper Friedberg mi ha chiamato direttamente, perché sono il mio agente presso mio padre. Gli ho detto direttamente che sarebbe stato complicato perché mia figlia maggiore aveva ancora un anno di scuola specifica da completare in Germania.

READ  Giro delle Fiandre | Foto pazzesca e svolta decisiva: perché Mathieu van der Poel è volato a Koppenberg?

Ma sei qui comunque.

“Sì, l’Anderlecht mi ha davvero impressionato. Al Dortmund mi avevano detto che non avrei giocato affatto. D’altra parte, l’Anderlecht mi ha messo lì”. (mostrato in alto). La dirigenza ha trovato molte cose per far sì che ciò accadesse e ho firmato l’ultimo giorno della finestra di mercato. “È stato estenuante, ma mi è piaciuto molto.”

Perché altri club belgi hanno provato a riportare indietro il Diavolo a un prezzo relativamente ragionevole?

“No, devi chiedere loro perché (sorridente). Avevo anche altre opzioni, ma in posti in cui non volevo andare.

Arabo saudita?

“Hanno chiamato tutti i giocatori del pianeta (Lui ride). “Non so quante persone mi hanno chiamato per mandarmi in Arabia Saudita, ma non avevo intenzione di andarci”.

Nonostante gli stipendi pazzeschi?

“Non bisogna mai dire mai, ma non ho mai giocato per soldi. Sono contento di avere buoni contratti. Sono sempre salito in termini di ingaggi nella mia carriera, tranne qui. Sono contento di quello che ho fatto”. avere. Devi sapere cosa vuoi nella vita. “

Hai 30 anni. Come vedi il resto della tua carriera artistica?

“Spero di giocare ancora qualche anno. È tutta una questione di voglia e fisica. Sono felice di essere tornato in Belgio e non credo che tornerò all’estero. Ma come ho detto: mai dire mai.

Nawras

Ha aggiunto: “Non mi sono ritirato a livello internazionale. Se sarò convocato, verrò. Se non sarò convocato, mi godrò la mia famiglia”.

Hai ancora l’ambizione di trovare i demoni?

“Non mi sono ritirato a livello internazionale. Sono a disposizione in caso di necessità. Tutto dipenderà anche dal mio rendimento. Ho giocato poco negli ultimi mesi. Per questo non sono stato richiamato. Se mi chiamano, verrò. Se no, mi godrò la mia famiglia.” Durante le pause nazionali.

Hai mai pensato a cosa farai dopo la tua carriera? Il ciclismo e il golf sono come l’Eden ?

“Non farò l’allenatore ma mi piacerebbe diventare direttore sportivo. Sei il mio agente da quando ero al Mönchengladbach e comunico spesso con direttori sportivi o allenatori. Ho saldato il mio prestito al PSV Eindhoven direttamente con Ruud van Nistelrooy. In Germania i direttori sportivi siedono sulle panchine, i sostituti stanno con lo staff e danno istruzioni. Quindi non sono affatto sorpreso di vedere Jesper (Friedberg) Sii presente con noi all’Anderlecht. Questo è qualcosa che mi piacerebbe.

READ  🎥 Anthony Limbomb si ripete contro l'RSCA Futures - All Football

Football Fantasy: Sei un direttore sportivo e hai i soldi per comprare Haaland o Bellingham, quale dei tuoi ex compagni sceglieresti?

“Bella domanda. Entrambi hanno brillato nella prima settimana di allenamento al Dortmund. Jude è arrivato a 17 anni e tutti ci chiedevamo da dove venisse. Giocava come un trentenne. Il suo debutto con il Real Madrid è impressionante, ma non mi ha sorpreso. L’hai gestita molto bene. L’ho aiutato fuori dal campo. Erling ha dovuto segnare 100 gol nella sua prima settimana al Dortmund. Era ancora magro quando arrivò, ma aveva guadagnato molti muscoli. Anche il suo volto è cambiato. È una macchina.”

Nawras

“Un altro pericolo tra i demoni è davvero possibile.”

Il futuro direttore sportivo si aspetta che ci sia un pericolo tra i demoni tra tutti i figli della famiglia?

“Sì, potrebbe sicuramente succedere, ma non a casa mia. Ho solo figlie femmine e non giocano a calcio. A volte dicono che vogliono ma fanno danza e ginnastica. Ad Aden con i suoi cinque maschi è possibile. Leo sta giocando bene al Real Madrid. È ancora difficile dire se abbia il potenziale, ma ha comunque la determinazione.

“Eden, guarda cosa ha appena fatto tuo figlio”: il figlio di Eden Hazard fa scalpore nelle giovanili del Real Madrid (video)

Pensavi che l’Eden potesse venire a suonare nella RWDM, come alcuni avevano immaginato?

“Che ne dici? Devi restare serio. Ma ti dico una cosa: se torno in Belgio affronterò anche Kylian. Ho giocato con l’Eden e voglio davvero giocare una partita contro Kylian. Spero che torni presto dall’infortunio. Sarà come nel nostro giardino in quel momento. Abbiamo litigato molto allora, ma oggi abbiamo un ottimo rapporto.

Eden sarà in tribuna per la partita tra Thorgan e Killian?

“Lo spero. Sarebbe fantastico se Aiden venisse a vivere in Belgio, ma per ora resterà e vivrà a Madrid. Adorano anche l’Inghilterra con sua moglie. Mettere tutti insieme non è facile. Ma a volte è anche bello. Quando tutto i nipoti sono tutti insieme, è un gran casino (Lui ride)“.