Luglio 6, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Thomas Schatel: “Mbappe può aver scelto i soldi, ma non ha scelto la via facile”

Lunedì sera, il gruppo Tribune è tornato al suo numero più caldo della settimana: estensione Kylian Mbappé a Parigi Saint-Germain Fino al 2025.

Siamo entrati in una nuova era. Ha battuto Messi e Neymar la scorsa stagione. Mbappe può aver scelto i soldi, ma non ha scelto la strada facile. Vincere la Champions League con il Paris Saint-Germain è forse la sfida più grande nella storia del calcio moderno‘, ha spiegato il nostro consulente Tommaso Navetta.

dalla sua parte, Mark Diller Si chiede dove sia finito il Financial Fair Play: “È il più forte. A breve sarà il miglior giocatore del mondo. Oggi è l’uomo più intelligente. È bello. Ma da dove vengono i soldi per estenderlo? è un peccato. Sono d’accordo con il presidente della Liga Javier Tebas che lo ha detto Questa estensione è stata un insulto al calcio. Il fair play finanziario è finito?

Se il Real avesse acquisito Mbappé, avrebbe potuto rispettare anche il fair play finanziario?‘, ha risposto Chatel.

Nei giorni scorsi la stampa ha annunciato che l’attaccante francese entrerà in contatto Con uno stipendio di 100 milioni di euro all’anno con un “piccolo” bonus firma di 300 milioni di euro. Importi inadeguati? “Sì, ma è perché al momento tutto è annunciato. A quel tempo, Maradona era il miglior giocatore del mondo e il suo stipendio non è stato rivelato. È vero che rispetto ad alcune persone che fanno così tanto per vivere, è disgustoso. Ma dal momento in cui gli viene offerta quella somma, sarebbe sciocco rifiutarlo. È il miglior giocatore del mondo, dovrebbe essere pagato così‘, destinata Filippo Alberto.

READ  Verso un nuovo protocollo Corona nel campionato professionistico: nessun rinvio degli ordini di acquisto e la Sketch Cup sarà accettata!