Politica Salerno

Torrente Cavajola, Cuofano scrive a De Luca: “Quegli argini vanno messi in sicurezza”

torrente cavajola

Preoccupano gli argini del torrente Cavajola. Il Sindaco Cuofano scrive ai vertici della Regione Campania ed al RUO del Grande Fiume Sarno.

Nocera Superiore. E’ preoccupato Giovanni Maria Cuofano, sindaco di Nocera Superiore. Nelle scorse ore il personale tecnico del Comune è andato a fare dei sopralluoghi sull’alveo del torrente Cavaiola. La situazione non è delle migliori, il pensiero è immediato: le piogge autunnali sono dietro l’angolo, meglio muoversi per tempo. Da qui la lettera del Primo cittadino nocerino indirizzata a Vincenzo De Luca, presidente della Campania, Fulvio Bonavitacola, vicepresidente della Regione, e Italo Giulivo, RUO del Grande Fiume Sarno.

La lettera di Giovanni Maria Cuofano.

“È stata riscontrata una concreta e diffusa situazione di rischio per la stabilità degli argini – scrive Cuofano – soprattutto nei tratti in cui la sponda è sovraccaricata da strade pubbliche e nei tratti in cui l’alveo è pensile, al piano di campagna circostante, peraltro intensamente urbanizzato. In particolare – prosegue il Sindaco nella missiva – è stata rilevata una non adeguata sicurezza delle arginature del torrente che presentano serie e diffuse lesioni e disallineamenti dei muri di sponda, a ciò si aggiunge uno scarso approfondimento del loro piano fondale che, in molti punti, risulta sopraelevato rispetto al livello del fondo alveo.”

Qualche mese fa la Conferenza di servizi sul Progetto Grande Fiume Sarno: ancora nessun risultato

“Nonostante abbia preso parte ad una Conferenza di servizi inerente il Grande Progetto Fiume Sarno – scrive Giovanni Maria Cuofano – finalizzato alla messa in sicurezza dei territori più esposti al rischio idrogeologico nonché alla loro riqualificazione ambientale, e dunque anche alla sistemazione degli argini del torrente Cavaiola nel tratto che attraversa questo territorio, ad oggi, debbo, mio malgrado, registrare una situazione di stallo che potrebbe compromettere seriamente la già difficile situazione qui rappresentata con ovvio pericolo per la pubblica e privata incolumità. Pertanto, valutata la gravità della situazione di rischio riscontrata, si richiedono tempestivi interventi, non più prorogabili, per la messa in sicurezza delle arginature del torrente al fine di evitare pericolosi fenomeni di esondazione, per rottura o perdita di stabilità degli argini».

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi