Agro Sarnese Nocerino Pagani Politica Regione Campania Salerno

Telis, i dipendenti dello stabilimento di Pagani dimenticati dalla Regione Campania. Mentre in Piemonte…

stabilimento di Pagani

“Qualche regione si ricorda ancora dei suoi dipendenti Telis”. Con questa provocazione i lavoratori dello stabilimento Telis di Pagani, azienda dichiarata fallita un anno fa, hanno sottolineato l’impegno della Regione Piemonte verso i loro colleghi dello stabilimento di Ivrea e, di conseguenza, l’immobilismo della Regione Campania.

Nonostante le promesse, per ora l’assessore regionale al lavoro, Sonia Palmeri, non è riuscita a dare risposte ai dipendenti della Telis che hanno visto scadere, ormai un mese fa, anche la cassa integrazione e ora sono in mobilità. Il paragone con la Regione Piemonte è pesante.

Questa, attraverso il proprio assessorato al lavoro retto da Giovanna Pentenero, ha sottoscritto insieme ad Assolavoro e alle organizzazioni sindacali di categoria un protocollo di intesa per l’attivazione di percorsi di politica attiva del lavoro, gestiti dalle agenzie per il lavoro accreditate nel sistema regionale dei servizi per l’impiego.

Il progetto vedrà tra i potenziali beneficiari lavoratori coinvolti in situazioni di crisi aziendali. “La Regione Piemonte, d’intesa con le organizzazioni sindacali confederali e di settore, ha valutato di dare priorità a quelle realtà in cui, in sede di procedura, si era fatto esplicito riferimento a percorsi di politica attiva del lavoro. Per questo motivo ritengo – si legge nella nota firmata dalla Pentenero – che i lavoratori nell’ambito della vertenza di Telis Spa possano essere interessati dalla presente misura”.

Nulla di tutto ciò, invece, per i dipendenti dello stabilimento Telis di Pagani, quasi dimenticati dalla Regione Campania.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi