Aprile 24, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

“Te ne sei andato urlando il mio nome”

“Te ne sei andato urlando il mio nome”

Maria Antonita Catillo era nel suo bagno, chiacchierando con la sua migliore amica in videochiamata. Durante la chiamata, il sedicenne inizia a urlare dal dolore. Una scena a cui la sua migliore amica assiste completamente incapace, dove vede Maria morire in diretta, come spiega Il Messaggero.

“Questa scena non la dimenticherò mai”, ha scritto Fabi sui social. Se l’autopsia della ragazza della provincia di Avellino, in provincia di Napoli, consentirà di stabilire le cause della morte, la mano carbonizzata dell’adolescente non lascia dubbi sulla morte per folgorazione.

“Sei rimasto a urlare il mio nome durante una videochiamata”, ha detto Fabi nel video di TikTok. “L’ultima telefonata, l’ultima risata insieme, l’ultima cosa stupida insieme, oggi era il mio bambino, e mentre mi stavi parlando, è successo questo. La tua voce risuona nella mia testa. “Eri un grande amico, ora il posto accanto a me sarà vuoto e la persona accanto a me non sarai mai tu. Mi manchi, cuore mio”, aggiunge il giovane amico.

Sulla sua scrivania i colleghi mettono orchidee e gigli. Poi si sono riuniti in silenzio davanti alla scuola. «Era una ragazza allegra, diligente e piena di umanità», racconta piangendo Assunta Mollo, insegnante di matematica.

READ  Questo fine settimana arriva l'ora legale: ci confonderà, ci lamenteremo, litigheremo, ma è davvero “dannosa”?