Agro Sarnese Nocerino Campania Cronaca Pagani Salerno Salute Sarno

Studentessa del “Mangino” ha la Tbc. Panico a scuola, ma Bottone rassicura: “E’ un caso isolato”

Panico a Pagani per un caso di Tubercolosi che riguarda una studentessa di 16 anni, di origini marocchine, che frequenta il Liceo Scientifico “B. Mangino”. La giovane è stata ricoverata la scorsa settimana, solo ieri la voce si è sparsa a scuola e si è creato il panico.

Il ricovero a Napoli la scorsa settimana
A metà della scorsa settimana, la 16enne era stata accompagnata dalla mamma e da una vicina all’ospedale “Martiri del Villa Malta” di Sarno, perchè continuava a tossire sangue e lamentava dolori forti. Sin dal suo arrivo, il medico di turno al pronto soccorso aveva sospettato che potesse trattarsi di Tbc primaria in fase attiva. Così la giovane era stata trasferita all’ospedale “Cotugno” di Napoli, nel reparto malattie infettive. La giovane, emigrata con i genitori in Italia quando era piccola, abita a San Marzano sul Sarno e frequenta il Liceo Scientifico “Mangino” di Pagani. Per questo, dato che il contagio può avvenire in maniera immediata, era forte il timore che potessero essere stati contagiati anche i compagni di classe, i docenti, quanti viaggiano con lei, oltre che i familiari ed i vicini.

Le rassicurazioni del sindaco
Ieri c’è stato un incontro fra il primo cittadino di Pagani, Salvatore Bottone, il dirigente scolastico del Liceo, la professoressa Ezilda Pepe, e il responsabile Malattie Infettive del Servizio Epidemologia e Prevenzione dell’ASL, il dottor D’Alessandro. Il sindaco, in una nota, ha spiegato che “si tratta di un caso isolato”. “Sono state già immediatamente attivate tutte le azioni previste in questi casi e già da domani si procederà con i dovuti controlli – come previsto dalla profilassi – a coloro che hanno avuto contatti con la ragazza tra i quali i compagni di classe, i docenti e quanti viaggiano quotidianamente con la giovane. Non è, pertanto, necessario – in base a quanto confermatomi e come previsto dalla normativa – procedere né con la chiusura dell’Istituto né con interventi di sanificazione degli ambienti”.

I controlli ai compagni
Il sindaco ha specificato che domani mattina un referente dell’Asl sarà presente al Liceo Scientifico per tranquillizzare i genitori e i ragazzi, in modo tale da dare spiegazioni in merito alla profilassi attivata. Pare che, sempre domattina, soltanto i compagni di classe della 16enne, i docenti e chi viaggia con lei, sarà sottoposto a controlli che saranno svolti a Salerno. Ma in questi giorni nessuno di essi ha manifestato sintomi che possano far pensare di aver contratto la Tubercolosi. Stamattina diverse aule sono rimaste vuote.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi