Dicembre 7, 2021

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Snap affronta un’azione legale contro gli investitori dopo l’aggiornamento sulla privacy di Apple sulle entrate pubblicitarie

Immagine dell'articolo intitolato Snap Faces Investor cause legali dopo il serbatoio degli aggiornamenti sulla privacy di Apple

Foto: Denise Sharlet (Getty Images)

Snap sta affrontando una causa da parte di uno dei suoi collaboratori per presunta esagerazione della sua capacità di adattarsi agli aggiornamenti sulla privacy introdotti da Apple all’inizio di quest’anno. Reuters rapporti.

In una class action intentata presso la corte federale questa settimanaL’investitore spot Kellie Black ha accusato la società di social media di minimizzare la nuova politica sulla privacy di Apple per le entrate pubblicitarie. Dal suo debutto ad aprile, Apple Trasparenza del monitoraggio delle applicazioni Questa funzione, che consente agli utenti iOS di concedere o negare l’autorizzazione alle app per monitorare la loro attività, ha fatto incazzare più di alcune società di social media i cui modelli di business si basano su questo tipo di monitoraggio per annunci mirati.

secondo ApprezzamentoLa funzione Snap di iOS, Facebook, Twitter e YouTube sono costati fino a $ 9,85 miliardi di entrate perse nella seconda metà del 2021.

Snap, i cui profitti derivano in gran parte dalla vendita di annunci digitali sulla sua popolare app per foto e video, è stato tra i più colpiti. procedure aziendali atterrato Di circa il 25% il mese scorso dopo un rapporto sugli utili del terzo trimestre poco impressionante, che è stato in parte attribuito alle ricadute degli aggiornamenti sulla privacy di Apple.

La causa, depositata presso la Corte Distrettuale degli Stati Uniti per il Distretto Centrale della California, accusa Snap di aver violato le leggi federali sui titoli. Come riportato nel documento, il direttore commerciale di Snap, Jeremy Gorman, ha espresso fiducia negli investitori Torna a febbraio Sull’adattamento del modello di business di Snap all’imminente cambiamento di policy di Apple.

“Nel complesso, ci sentiamo molto preparati per questi cambiamenti”, ha detto in una richiesta di risultati, anche se ha anche avvertito che “i cambiamenti in questo ecosistema in generale sono dirompenti e il risultato è incerto”.

In un’altra chiamata sugli utili a luglio, Gorman ha presentato diverse nuove funzionalità incentrate sulla privacy per gli inserzionisti che Snap ha lanciato in preparazione dell’aggiornamento sulla privacy di Apple, come le conversioni avanzate, che utilizza la tecnologia di crittografia per misurare i dati di conversione senza identificare i singoli utenti.

Black, l’investitore dietro l’abito, Accuse secondo cui Gorman ha fatto diverse dichiarazioni “materialmente false e/o fuorvianti” durante questa chiamata per dipingere un quadro più chiaro degli effetti della nuova politica Apple quando in realtà il danno sta già iniziando a emergere. La causa sostiene che “Snap ha sopravvalutato la sua capacità di espandere la sua pubblicità con le modifiche alla privacy di Apple” e “era consapevole, ma sottovalutato, dei rischi delle modifiche alla privacy di Apple che incidono sull’attività della società pubblicitaria”.

Secondo il documento, gli azionisti di Snap hanno subito “perdite e danni significativi” a causa del calo dei prezzi delle azioni e degli “errori e omissioni” di Snap. Black sta cercando un “risarcimento danni risarcibile” per la presunta violazione da parte di Snap delle leggi federali sui titoli, anche se il record non dice un importo specifico in dollari.

Gli aggiornamenti sulla privacy di Apple hanno anche inferto un duro colpo ad altre aziende che si affidano alla pubblicità online a scopo di lucro. Graham Mudd, Vice President of Product Marketing per Meta di proprietà di Facebook, ha dichiarato: nel mese di settembre Che la società “si aspettava che i cambiamenti della piattaforma, inclusi i recenti aggiornamenti iOS, avrebbero avuto un impatto maggiore nel terzo trimestre rispetto al secondo”. In precedenza, Facebook ha partecipato a Campagna PR completa Contro Apple per tutto il 2020 e all’inizio di quest’anno nel tentativo di convincere gli utenti che avere un maggiore controllo sui propri dati è in realtà una cosa negativa.

READ  Test Huawei Nova 9: ​​senza 5G è difficile da dimostrare