Campania Cava de' Tirreni EVIDENZA Politica Salerno

Servalli blinda la festa, ma c’è da pagare il Sacramento

Il consigliere Raffaele Giordano (Siamo Cavesi) sollecita l’Amministrazione a pagare le inadempienze per il Sacramento.

Nei giorni scorsi il sindaco Servalli ha fatto sapere che si terranno dal 6 al 13 giugno i 365esimi festeggiamenti in onore del Santissimo Sacramento. Sabato si è anche provveduto alla cerimonia dell’alzata del Panno Eucaristico. Tuttavia resta l’incognita del grande ostensorio.

A quanto pare, infatti, l’Amministrazione non ha ancora evaso il capito di bilancio (circa 10 mila euro) destinato all’Ente Montecastello. L’associazione, quindi, risulta in posizione debitoria nei confronti della ditta che durante l’anno scorso aveva installato il grande ostensorio a ridosso del castello di Sant’Adiutore.

Lo ha confermato il consigliere di minoranza del gruppo “Siamo Cavesi”, Raffaele Giordano che ha sollecitato l’Amministrazione Comunale a onorare le inadempienze della passata edizione. Il rischio, quest’anno, è di andare incontro alla mancata installazione e accensione dell’ostensorio.

«La ditta – ha spiegato Giordano – ha fatto già sapere che se non si regolano i conti dell’anno passato, il Sacramento non verrà montato. Quindi, visto che è una preoccupazione per chi ci crede e ha nel sangue le tradizioni, ho chiesto a sindaco e assessore di coprire le insolvenze precedenti. Inoltre quest’anno, si potrebbe anticipare il 50% il capitolo di spesa previsto altrimenti le attività non si avviano».

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi