Dicembre 7, 2021

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Serie drammatica di Hollywood: nuovi dettagli rivelati sullo scatto killer di Alec Baldwin

Il regista Joel Souza, che è stato colpito alla spalla e si sta riprendendo, ha detto di aver sentito quello che sembrava un “suono di frusta, un pezzo +” mentre era in piedi dietro la vittima, Halina Hutchins, delinea questo nuovo rapporto di indagine preliminare consultando l’AFP.

La troupe stava girando un film western chiamato “Rust” nel New Mexico.

“Alec (Baldwin) era seduto su una panchina in chiesa e si esercitava a dipingere”, dice il documento. Il regista stava guardando alle spalle il direttore della fotografia 42enne, che è stato colpito al torso giovedì e dichiarato morto poche ore dopo.

Dopo le riprese, il regista ha detto, “il regista l’ha afferrata per lo stomaco e ha detto che non sentiva più le sue gambe”, aggiungendo che “ha ricominciato a inciampare” e l’ha aiutata ad alzarsi.

Il fotografo Reed Russell ha detto che la scena non è stata filmata.

Il vicedirettore Dave Holz ha affermato che l’arma era “fredda”, nel senso che doveva essere vuota e quindi innocua in termini cinematografici. Ma Joel Sousa ha detto che “non era sicuro” che la pistola fosse stata sottoposta a un altro controllo di sicurezza dopo la pausa pranzo della squadra. Ad ogni modo, è stato sparato un colpo, un incidente che ha mandato onde d’urto a Hollywood.

petizione

L’indagine, tuttora in corso, non ha ancora chiarito le responsabilità dei presenti quel giorno – non è stato avviato alcun procedimento penale – ma l’attenzione è concentrata su chi ha già maneggiato la pistola. lo sparo.

Secondo Joel Sousa, con l’eccezione dell’attore Alec Baldwin, c’erano due persone armate.

READ  Oroscopo di sabato 27 novembre 2021: amore, denaro, lavoro, salute...

La prima, Hana Gutierrez Reed, è un armaiolo di 24 anni. Fu lei a preparare la pistola ea metterla su un carro con altre due armi.

Il capo fotoreporter, che ha affermato di aver tenuto in braccio Helena Hutchins dopo il suo infortunio mortale, ha scatenato su Facebook una tragedia di “negligenza e mancanza di professionalità”.

“È impossibile per una donna di 24 anni essere nel business delle armi”, ha scritto Serge Svetnoy con rabbia, riferendosi all’inesperienza di Hana Gutierrez Reid.

“Per risparmiare, a volte assumiamo persone completamente non qualificate per un lavoro complesso e pericoloso”, accusa.

Guillaume Delouche, un armaiolo di Hollywood di quasi 30 anni, si è detto “molto sorpreso” che qualcuno di questa età con solo due film “potrebbe essere un grande armaiolo in un film che dovrebbe avere così tante scene di sparatoria”.

La seconda persona in primo piano nell’indagine è l’assistente alla regia Dave Holz, che ha consegnato la pistola ad Alec Baldwin informandolo che non era stata caricata.

Un altro rapporto di un agente dell’ufficio dello sceriffo della contea di Santa Fe diceva: “Il signor Holes non aveva idea che la pistola fosse carica di munizioni vere”.

La NBC News ha riferito domenica che l’assistente alla regia è descritto come un professionista esperto, ma ha subito una notorietà per aver consentito pratiche non sicure nella sua nicchia designata.

L’AFP ha chiamato e i produttori non hanno risposto immediatamente, né la signora Gutierrez Reid, a cui sono stati cancellati i suoi account sui social media.

Domenica si è tenuta una veglia in onore di Helena Hutchins a Burbank, vicino a Los Angeles. L’atmosfera era piena di amarezza e tristezza, poiché il pubblico era ansioso di sapere come fosse potuta accadere una simile tragedia.

READ  Oroscopo di mercoledì 24 novembre 2021: amore, denaro, lavoro, salute...

Il dramma ha riacceso il dibattito sulla sicurezza della squadra e l’uso delle armi sui gruppi.

Una petizione su change.org, che chiedeva il divieto delle armi da fuoco vere durante le riprese e migliori condizioni di lavoro per le troupe, aveva raccolto più di 27.000 firme a mezzogiorno di lunedì.