Maggio 27, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Semiconduttori: i Paesi Bassi freneranno l’esportazione di tecnologie dopo la pressione degli Stati Uniti

Semiconduttori: i Paesi Bassi freneranno l’esportazione di tecnologie dopo la pressione degli Stati Uniti

ILIl governo olandese ha annunciato mercoledì, dopo le pressioni degli Stati Uniti, che avrebbe frenato l’esportazione di tecnologia per la produzione di chip per motivi di “sicurezza”.

“Il governo è giunto alla conclusione che è necessario per la sicurezza internazionale e nazionale estendere l’attuale controllo sull’esportazione di materiali per la produzione di specifici semiconduttori”, ha dichiarato in una nota il ministro degli Esteri olandese Lesje Schrenemacher. Lettera al Parlamento.

Leggi anche Semiconduttori: come l’Europa vuole rimettersi in gioco

I Paesi Bassi sono il leader europeo nei macchinari per la produzione di chip e questi componenti elettronici sono essenziali per alimentare smartphone, auto connesse e anche attrezzature militari. Gli Stati Uniti hanno spinto per restrizioni all’esportazione dopo aver fatto loro stessi un passo del genere lo scorso anno.

“Posizione unica e pionieristica”

L’annuncio del governo olandese arriva meno di due mesi dopo che il primo ministro Mark Rutte e il presidente Joe Biden si sono incontrati a Washington, dove si è discusso della questione.

Le restrizioni all’esportazione dovrebbero colpire il gruppo olandese ASML, il più grande produttore europeo di macchinari per la produzione di semiconduttori. Il governo olandese non ha menzionato direttamente la società, ma ha indicato che le misure riguarderanno macchine chiamate DUV (Deep Ultraviolet), che è una specialità del gruppo ASML.

Leggi anche Semiconduttori, lo “scudo di silicio” che protegge Taiwan

READ  Putin si paragona allo zar Pietro il Grande: "Ora tocca a noi riprenderci ciò che appartiene alla Russia"

Lo scopo di questi controlli ampliati è prevenire l’uso militare e proteggere la “posizione unica e leader” dei Paesi Bassi in tali tecnologie, secondo il governo.

ASML produce anche macchine EUV (Extreme Ultraviolet) che consentono di produrre chip elettronici più avanzati. Queste macchine sono già incluse in un accordo multilaterale firmato da una quarantina di Paesi, tra cui Stati Uniti e Olanda, che disciplina il controllo delle esportazioni di tecnologie a duplice uso civile-militare.

Aumento delle sanzioni di Washington

In occasione della pubblicazione dei risultati annuali a gennaio, il gruppo ha esortato i governi a “esercitare cautela” nella guerra dei chip tra Cina e Stati Uniti. “Dobbiamo stare attenti che azioni ben intenzionate non portino a conseguenze catastrofiche”, ha affermato il CEO Peter Wenink. ASML ha registrato un leggero calo dell’utile netto nel 2022 a 5,6 miliardi di euro e un balzo delle vendite a 21,2 miliardi di euro.