Settembre 28, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Il virus non fa più scalpore, ma uccide ancora in silenzio

Nei primi sei mesi del 2022, l’Unione Europea ha ucciso quasi 140.000 persone in più del solito. Anche se la variante Omicron era meno feroce, pesava comunque molto sulle statistiche di morte. Il Belgio è uno dei paesi più sopravvissuti.


Questo articolo è riservato agli abbonati

Capo Investigazioni

Tempo di lettura: 6 minuti

Fini L’ora in cui ogni newsletter è iniziata con il numero di decessi per coronavirus. I gesti del bar sono (quasi) completamente scomparsi, i festival estivi sono riusciti a riapparire “come ai bei vecchi tempi” e le regole della quarantena sono più oscure che mai nelle nostre menti. Meglio: l’Istituto Sciensano – che si occupa delle statistiche nazionali sul COVID – non pubblica più un report giornaliero e si accontenta di un breve topo due volte a settimana. Il Belgio ha appena attraversato una settima ondata senza suscitare particolari emozioni. Tutto ciò sembra indicare che dall’età dell’Omicron e delle sue sottovarianti – altamente contagiose ma meno virulente – si è davvero passati allo stadio del “conviverci”.


Questo articolo è riservato agli abbonati

Con questa offerta, goditi:
  • Accesso illimitato a tutti gli articoli, file e report della redazione
  • Il giornale in versione digitale
  • Comodità di lettura con annunci limitati



READ  Il salario minimo le plus élevé d'Europe est au Luxembourg, la Belgique dans le top 5