Luglio 22, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Secca nella metà settentrionale del paese, la falda acquifera è di due terzi più bassa del normale a maggio

Secca nella metà settentrionale del paese, la falda acquifera è di due terzi più bassa del normale a maggio

Lo ha annunciato mercoledì 14 giugno il ministro della Transizione ambientale, Christophe Picchu “Preoccupazioni molto serie” Per quanto riguarda la siccità, in particolare nella Valle del Rodano e intorno al Mar Mediterraneo, mentre Météo-France e il Bureau of Geological and Mining Research (BRGM) hanno pubblicato i loro bollettini sulla situazione idrogeologica sullo stato del suolo superficiale e delle acque sotterranee, reattive e inerziali, contenuti in le cantine.

Entrambi i documenti sono stati completati il ​​1Lui è June, dipingi un quadro misto. Mentre la condizione del terriccio è migliorata nella metà meridionale, si è prosciugata rapidamente a maggio nella metà settentrionale. La condizione delle tovaglie rimane “insoddisfacente per gran parte del paese”.

Il terriccio si è prosciugato a nord e reidratato a sud

Maggio 2023 non ha seguito del tutto la tendenza dei mesi precedenti, secondo il Meteo FranciaLa bagnatura del suolo si osserva nella metà meridionale del paese e un’essiccazione relativamente rapida nella metà settentrionale.

Nel sud, il suolo ha ricevuto precipitazioni “frequente e abbondante” Grazie ai tanti temporali scoppiati durante il mese di maggio. Dopo un deficit di pioggia nei mesi precedenti, soprattutto in Provenza-Alpi-Costa Azzurra, la metà meridionale della Francia ha riacquistato un po’ di colore – con l’eccezione della Linguadoca-Rossiglione, che non ha beneficiato delle piogge rafficate ed è rimasta a luglio . come i livelli di siccità. Nei Pirenei orientali, l’indice di umidità superficiale del suolo è quasi ai minimi storici dal 22 dicembre 2022.Météo-France osserva, in continuità con le sue precedenti pubblicazioni.

Al contrario, la metà settentrionale della Francia ha vissuto la situazione opposta: dopo i mesi relativamente piovosi di marzo e aprile, una persistente fissazione anticiclonica da metà maggio ha causato un basso livello di precipitazioni, mostrando un marcato deficit, in particolare in Bretagna, lungo la costa normanna della Manica, in Borgogna-Franca Contea e in Alsazia. Questa condizione è stata aggravata dalla persistenza del vento di nord-est, e il suolo si è prosciugato rapidamente, facendo perdere i benefici di una primavera piovosa.

Maggio si chiude con un deficit di precipitazioni del 20% e una temperatura media superiore dello 0,77% rispetto agli anni 1991-2020.

Dalla fine di maggio la situazione è peggiorata nella metà settentrionale, a causa delle temperature ben al di sopra delle norme stagionali che persistono in molte zone e che aumentano l’evaporazione, e quindi la perdita di acqua dal suolo. Indice termico nazionale, che valuta ogni giorno la temperatura media sul suolo francese, non scende sotto i 18 gradi Celsius dal 26 maggio. Questa serie continua di venti giorni è notevole per la velocità della sua progressione e per la sua durata.

Anche l’umidità media dell’aria è diminuita dall’inizio di giugno, raggiungendo talvolta valori insolitamente bassi, come nel caso della Lorena (appena il 20%). che ha anche ottenuto Alcuni dipartimenti entrano in un “pericolo di incendio estremo” Sulla nuova carta meteorologica delle foreste Météo-France. Nella regione dei Vosgi si osservano incendi boschivi, un fenomeno estremamente raro in questa regione.

Per i blocchi di neve, Météo-France lo ha segnalato a 1Lui è Equivalente in acqua del mantello di giugno “Ha un deficit superiore al 50% per gran parte delle Alpi”.. La situazione è relativamente in linea con gli standard prevalenti nelle Alpi settentrionali, con un livello vicino al livello normale per il periodo 1991-2020, ma ancora molto basso per il sud del massiccio, al di sotto degli standard stagionali dall’inizio di gennaio. La situazione è ancora peggiore nei Pirenei, dove il deficit di copertura nevosa supera il 75%.

READ  Repubblica Democratica del Congo: le ONG interrogano Felix Tshisekedi sulle condizioni di salute di Salomon Kalunda
Leggi anche: Il materiale è riservato ai nostri abbonati Il caldo e la siccità sono tornati in una parte della Francia

Acque sotterranee: il 66% delle acque sotterranee rimane al di sotto della normale tariffa mensile

Potrebbe piovere “rimane insufficiente per generare circuiti di ricarica e migliorare la condizione delle falde acquifere”analizza BRGM nel suo campo di applicazione Ultimo aggiornamento (Pubblicato il 14 giugno, non tiene conto delle ultime due settimane). Nel corso del mese di maggio la situazione delle falde acquifere è cambiata poco ed è rimasta generalmente insoddisfacente.rileva l’autorità preposta al monitoraggio delle risorse del suolo e del sottosuolo.

il mondo

offerta speciale

Accesso illimitato a tutti i nostri contenuti 1099 € 5,49/mese per un anno.

beneficio

All’inizio della primavera, le piogge hanno parzialmente sanato il calo delle falde acquifere, associato a un’estate molto secca nel 2022 ea un inverno ricaricato. “deficit su gran parte del territorio”. Ma non è bastato riempirlo, la vegetazione copriva gran parte delle precipitazioni. Maggio piove, a Anche intorno al Mediterraneo e alla Corsica non ha riportato alla normalità i livelli delle acque sotterranee; Idratano il terreno e nutrono la vegetazione e “Raramente riescono a infiltrarsi in profondità.”.

Il risultato è una diminuzione della falda freatica nel 60% dei punti di monitoraggio (rispetto al 38% del mese precedente).

Comunque la situazione “più contrasto” rispetto al 2022, secondo BRGM. Nel nord della Francia, le falde acquifere più reattive, cioè più sensibili alle precipitazioni, mostrano livelli soddisfacenti, migliori rispetto allo scorso anno, con differenze a seconda dei settori (“un po’ alti in Bretagna”, “un po’ bassi” in Lorena e Berry, Ad esempio.) La situazione è molto diversa nel terzo meridionale del territorio: “Le piogge di maggio non sono bastate a compensare il deficit degli ultimi mesi”.. A Roussillon, ad esempio, alcuni punti di osservazione Mostra i minimi storici.

I livelli delle acque sotterranee dovrebbero essere Rimanendo al ribasso per le prossime settimane., prevede BRGM, anche se piove. Tanto più che le alte temperature previste da Météo-France “Può contribuire all’aumento del fabbisogno idrico delle piante e al prelievo idrico” legati alle attività umane.

Rischio di siccità per le falde acquifere vulnerabili nel 2023

rischio di disidratazione

Molto debole

Debole

Forte

Molto forte

fonte : brgm

Nei giorni scorsi sono state pubblicate nuove decisioni del governatorato nel tentativo di limitare queste attività, spostando diverse aree, come ad esempio dov’è et al Sarta livello di “crisi”.E Che vieta l’irrigazione degli spazi verdi e l’irrigazione.

Ministro della transizione ecologica, Christophe Picchu, Intervista su CNewsuna richiesta di risparmio idrico, prevenendo le perdite e contrastando gli sprechi, mentre i cambiamenti climatici legati alle attività umane contribuiscono al deterioramento delle risorse idriche: “ Vivevamo un po’ come bambini viziati, convinti che l’acqua non sarebbe mai mancata. »