Agro Nocerino Cronaca EVIDENZA Scuola video

Scuole a Nocera Superiore: i chiarimenti del sindaco

Scuole a Nocera Superiore, il sindaco ha chiarito le ragioni del rinvio del ritorno alle attività in presenza, parlando anche della questione spazi

La riapertura delle scuole a Nocera Superiore partirà, in maniera cadenzata, da lunedì 25 gennaio prossimo. L’ordinanza firmata nei giorni scorsi dal primo cittadino ha spiegato le ragioni della scelta.

In collegamento da Palazzo di Città, il sindaco Giovanni Maria Cuofano ha inteso approfondire l’argomento, illustrando nel dettaglio le ragioni alla base dei rinvii rispetto alle ordinanze regionali.

In particolare, ha sottolineato l’esigenza di avere un quadro più completo della situazione sanitaria in città. Così come l’esigenza di eseguire uno screening completo sul personale docente e non docente, prima della ripresa.

I dirigenti e l’amministrazione avevano chiesto appunto all’Asl l’esecuzione dei test, risultata impossibile per la concomitanza con l’avvio della campagna vaccinale per il personale sanitario.

La riorganizzazione degli spazi

Cuofano ha sottolineato che la questione degli spazi è strettamente legata ai problemi che riguardano da anni le strutture scolastiche esistenti.

«Il problema è “antico” e dovuto alla scarsa attenzione negli anni all’edilizia scolastica. Ma a quanto mi risulta, è un problema superato. Le scuole già dall’autunno scorso avevano adeguato gli ambienti alle nuove normative. Poi ci sono stati i rinvii ma non credo sia cambiato qualcosa. Sono fiducioso su un rientro non traumatico».

Il plesso Settembrini e il rinvio dei lavori al plesso Pareti-Pucciano

In chiusura di intervento, il primo cittadino ha precisato che i lavori alla scuola Settembrini di San Clemente si avviano al completamento.

Nonostante ciò, il previsto intervento di restyling del plesso Iqbal Masih di Pareti-Pucciano sarà rinviato al termine dell’anno scolastico in corso. Una decisione strettamente legata proprio alle esigenze di spazi emersa ulteriormente in questo lungo periodo di emergenza, ma da anni evidente per i plessi del Primo Circolo Didattico.

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi