Agro Nocerino Ambiente Cronaca EVIDENZA

Scarichi illeciti nel Sarno: scatta il sequestro per un’azienda conserviera

scarichi illeciti nel Sarno

Scarichi illeciti nel Sarno. Una pratica da tempo denunciata dagli attivisti di tutta la Campania. I Carabinieri Forestali “pizzicano” un’altra azienda conserviera.

Ancora un’azienda conserviera finisce dunque nella rete dei Carabinieri Forestali per scarichi illeciti nel Sarno. Il sequestro è scattato nei confronti di una ditta di Sarno.

Il Tribunale di Nocera Inferiore ha emesso il provvedimento al culmine di una densa attività di controllo su scarichi industriali e domestici negli affluenti del fiume.

In campo i tecnici Arpac, unitamente ai Carabinieri Forestali di Sarno, Cava de’ Tirreni e Mercato San Severino e al 7° Nucleo Aeromobili di Pontecagnano. L’osservazione panoramica ha permesso quindi di individuare ancor meglio gli scarichi in atto.

Individuato uno stoccaggio incontrollato di rifiuti, anche pericolosi, all’interno del comprensorio aziendale. Scoperto anche uno sversamento di reflui senza previa depurazione. Dunque, la Procura ha richiesto l’emissione del provvedimento, accolta dal Giudice per le Indagini Preliminari presso il Tribunale di Nocera Inferiore, dott. Luigi Levita.

Il sequestro ha interessato, nel dettaglio, i rifiuti illecitamente stoccati, l’area di stoccaggio, il sistema di griglie che regimentano i reflui di piazzale, nonché la vasca in cui questi confluiscono per poi essere scaricati, senza depurazione, nel Rio Foce. Quest’ultimo è affluente del fiume e ricade nel Parco Regionale del Fiume Sarno.

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi