Luglio 22, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Scandalo pizza Bettoni: Nestlé e le famiglie delle vittime hanno firmato un accordo di risarcimento | mondo

Scandalo pizza Bettoni: Nestlé e le famiglie delle vittime hanno firmato un accordo di risarcimento |  mondo

La filiale francese di Nestlé si è impegnata a risarcire decine di vittime dello scandalo della pizza Bettoni contaminata da batteri E. coli, nell’ambito dell’accordo di “risarcimento amichevole” firmato il 31 marzo, per porre fine a questa componente civile. Annunciato lunedì senza rivelare l’importo.

“Al fine di contribuire, entro un tempo ragionevole, alla soddisfazione delle vittime e delle loro famiglie, Nestlé France ha deciso di avviare una procedura amichevole di risarcimento”, ha affermato Nestlé France. Due bambini sono morti e dozzine si sono ammalati gravemente dopo aver mangiato la pizza nel 2022 dal gruppo Fraîch’Up di Buitoni, una filiale di Nestlé.

“Ciascuna delle persone interessate riceverà un’offerta di risarcimento da parte di Nestlé France, che seguirà una valutazione medica e terrà conto, in modo equo, della gravità del danno e di ciascun caso”, ha sottolineato la filiale del colosso svizzero. , l’azienda agroalimentare numero uno al mondo.

L’avvocato Pierre Debuisson, che rappresenta le 63 vittime, ha affermato in un comunicato stampa separato che il processo dovrebbe “finalmente consentire un equo risarcimento commisurato ai danni subiti”.

Me Debuisson ha citato in giudizio Nestlé per “grave negligenza” davanti al Tribunale di Nanterre e ha chiesto un risarcimento fino a 250 milioni di euro ai propri clienti.

L’udienza è stata fissata per il 9 maggio. Un accordo amichevole sospende questa rinuncia.

“Nel contesto dei procedimenti civili, gli accordi amichevoli sono usuali e consentono di porre fine alle cause civili senza chiudere il procedimento penale”, che “segue il suo corso”, ha specificato Nestlé all’AFP.

Il Servizio di informazione giudiziaria è stato aperto nel maggio 2022 a Parigi, principalmente in relazione all’uccisione di due vittime e al ferimento forzato di altre 14, secondo una fonte giudiziaria.
Nestlé non è stata addebitata.

READ  Regno Unito: McDonald's è al centro di un nuovo caso di violenza sessuale

La fabbrica Caudry è definitivamente chiusa

Il 18 marzo 2022 il gruppo ha richiamato la pizza e chiuso le due linee di produzione della pizzeria Bettoni a Coudrey (Nord), dopo gravi casi di avvelenamento da E. coli e la morte di due bambini.

Il 1 aprile la prefettura ha vietato tutte le attività lì, dopo che le autorità sanitarie hanno stabilito un legame con il consumo di pizza fresca.

Un anno dopo la vicenda, Nestlé ha annunciato a fine marzo la chiusura definitiva dello stabilimento di Caudry, parzialmente riavviato a metà dicembre, a causa del calo delle vendite.

Leggi anche

Un anno dopo lo scandalo della pizza contaminata, Nestlé ha annunciato la chiusura dello stabilimento Bettoni

Pizze Buitoni: il ceo di Nestlé France si scusa e annuncia la creazione di un fondo per le vittime