Attualità Campania EVIDENZA Salerno

Salerno, il ministro Minniti presenta il PON Legalità 2014/2020

Anche il ministro dell’Interno, Marco Minniti, interviene stamane alla presentazione del nuovo Programma Operativo Nazionale “Legalità 2014-2020” al teatro Verdi di Salerno.

Salerno. Arriva anche a Salerno il tour del Ministero dell’Interno per presentare il Programma Operativo “Legalità 2014-2020”, cofinanziato al 75% dalla Commissione europea, è gestito dal Ministero dell’Interno – Dipartimento della Pubblica Sicurezza – che si rivolge alla Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia.

Dopo i saluti delle Autorità locali e regionali, il Capo della polizia – Direttore Generale della Pubblica Sicurezza, prefetto Franco Gabrielli, aprirà i lavori della giornata. A seguire la presentazione del PON “Legalità 2014-2020” a cura dell’Autorità di Gestione, prefetto Matteo Piantedosi.

Una tavola rotonda, moderata dal direttore del “Il Mattino” Alessandro Bardano, per affrontare i temi principali del Programma. Presenti: il Capo Dipartimento per le Politiche di Coesione della Presidenza del Consiglio dei Ministri, Vincenzo Donato; i rappresentanti della Commissione Europea, Rudolf Niessler, Direttore della Direzione Generale Politica regionale e urbana e Cinzia Masina, Vice Capo dell’Unità E4 Italia, Danimarca e Svezia della Direzione Generale Lavoro, Affari Sociali ed Inclusione; il componente laico del Consiglio Superiore della Magistratura e Professore ordinario di diritto costituzionale all’Università Cattolica del Sacro Cuore, Prof. Renato Balduzzi; il Sindaco di Reggio Calabria, Giuseppe Falcomatà, e il Presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia.

Il Programma, che dispone di una dotazione finanziaria di circa 377 milioni di euro, interviene per il rafforzamento della Pubblica Amministrazione impegnata nel contrasto alla criminalità ed alla corruzione, il miglioramento delle condizioni di sicurezza delle attività produttive, l’inclusione sociale.

377 milioni di euro quale dotazione del Piano Operativo che saranno distribuiti su 5 Assi ovvero:

  • ASSE I dotazione di € 91 milioni ed ha come obiettivo: rafforzare l’azione della PA nel contrasto alla corruzione e alla criminalità organizzata. In concreto lo sviluppo di tecnologie ed intelligence per le Forze di Polizia e le Prefetture;
  • ASSE II dotazione di € 98 milioni ed ha come obiettivo: rafforzare le condizioni di legalità delle aree strategiche per lo sviluppo economico. Particolare stimolo per la creazione e l’uso di tecnologie per il controllo di aree ad alta vocazione produttiva;
  • ASSE III in dotazione € 56 milioni. Obiettivo: favorire l’inclusione sociale attraverso il recupero dei patrimoni confiscati. Fondi che saranno indirizzati alla ristrutturazione dei beni confiscati;
  • ASSE IV dotazione di € 47 milioni dedicati all’inclusione sociale e la diffusione della legalità. Denari che saranno usati per la gestione beni confiscati, contrasto racket, contrasto devianza;
  • ASSE V ovvero migliorare le competenze della PA nel contrasto alla corruzione e alla criminalità organizzata. In pratica 70 milioni di euro per la formazione per le Forze di Polizia e le Prefetture.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi