Campania Cronaca EVIDENZA

Salerno, 21 arresti tra Salerno e Napoli per traffico e spaccio di droga

Vasta operazione antidroga tra Salerno, Montecorvino Pugliano, Pontecagnano Faiano e Napoli.

Arrestati 21 indagati ritenuti responsabili ritenuti responsabili, a vario titolo, di “associazione finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti”, “detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti” e “detenzione e porto illegale di armi da sparo e munizioni”.

Salerno. Operazione antidroga condotta, dalla prime luci dell’alba, dai Carabinieri del Comando Provinciale di Salerno, con il supporto del Nucleo Cinofili di Sarno e del 7° Nucleo Elicotteri di Pontecagnano tra la provincia di Salerno e Napoli.

I militari hanno dato seguito ad un’ordinanza di custodia cautelare, emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Salerno, su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia, nei confronti di 21 indagati, 14 in carcere e agli arresti domiciliari. Le accuse mosse, a vario titolo, sono di “associazione finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti”, “detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti” e “detenzione e porto illegale di armi da sparo e munizioni”.

Gli arresti di stamane nascono da un’attività di indagine e pedinamento condotta, già dal dicembre 2015.

Attività che, nei mesi di aprile e maggio 2016, avevano consentito di documentatare diversi viaggi di approvvigionamento compiuti da alcuni componenti dell’organizzazione nel capoluogo napoletano a bordo di autovetture. Durante il viaggio di ritorno, i Carabinieri sono intervenuti controllando le auto e sequestrando complessivamente 300 grammi circa di eroina.  Arrestati in flagranza, i 5 indagati che si trovavano a bordo delle vetture. Sempre nel di maggio 2016, i Carabinieri avevano arrestato un altro componente del gruppo trovato in possesso di 20 chilogrammi di hashish occultati in parte all’interno della sua autovettura ed in parte nella di lui abitazione.

A farne le spese anche un appuntato dei Carabinieri che, secondo la ricostruzione fornita dalla DDA di Salerno, aveva svelato alcuni ambiti dell’indagine.

L’accusa è di violazione del segreto di ufficio e di favoreggiamento personale nei confronti di uno dei due promotori dell’organizzazione e di un appartenente all’organizzazione. Per il militare è scattata la sospensione dall’esercizio dal servizio dalla Stazione di Pontecagnano, interdicendo allo stesso lo svolgimento di tutte le attività ad esso inerenti per la durata di mesi sei.

L’indagine ha permesso di ricostruire gli assetti della criminalità organizzata nell’area a sud della provincia salernitana.

Si è potuto così accertare l’esistenza e l’operatività di un sodalizio criminale armato con base operativa nel comune di Pontecagnano Faiano, dedito principalmente al traffico e allo spaccio di sostanze stupefacenti. Detta organizzazione era promossa e diretta, secondo quando ricostruito, da un pluripregiudicato della zona in affari con gli ambienti del clan camorristico “Pecoraro-Renna”.

Scopri l'Autore

Antonio Ioele

Antonio Ioele

10 anni, tra Italia ed estero, tra radio, tv, carta stampata e web. Da febbraio 2017 sono il delegato dello "Studio Associato laRed" (P.IVA 05569100653), proprietario della testata giornalistica laRedazione.eu.

Il portale www.laredazione.eu è fisicamente alloggiato presso i server di Aruba S.p.A.

Aggiungi un commento

Cosa aspetti? Dicci la tua!

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi