Novembre 28, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Salari: chi trarrà vantaggio da una fattura superiore al 10%?

A gennaio 2023, settori come il CP200 si stanno dirigendo verso l’indice salariale di oltre il 10%. Migliaia di aziende sono interessate, secondo la società di risorse umane SD Worx.

Tempo di lettura: 2 minuti

IlI settori in cui i salari sono indicizzati una volta all’anno, spesso a partire da gennaio, come il CP200, che ha quasi 60.000 aziende e 500.000 dipendenti, tende a indicizzare oltre il 10% a gennaio 2023, ha stimato martedì l’azienda delle risorse umane. SD lavoro.

La stima arriva dopo la pubblicazione di martedì dei dati sull’inflazione per il Belgio ad agosto, pari al 9,94%, la prima dal 1976. L’inflazione basata sull’indice sanitario, nel frattempo, è salita dal 9,07% di luglio al 9,70% di agosto.

“La previsione non offre alcuna certezza, ma è già chiaro che l’inflazione elevata negli ultimi e nei prossimi mesi porterà a indici salariali con velocità e scala senza precedenti. Rispetto agli ultimi 10-15 anni, il tasso normale dell’indice è stato media “, ha affermato SD Worx in un comunicato stampa. Meno del 2% annuo.

Indicizzazione pianificata in più settori

Oltre al CP200, che SD Worx stima attualmente per gli indicatori futuri al 10,03% il 1° gennaio, gli indicatori dovrebbero anche superare il 10% nell’industria alberghiera e della ristorazione (CP 302), nell’industria alimentare (CP 118 e 220) e rotte di trasporto di terzi (CP 140.03).) e Commercio Internazionale, Trasporti e Logistica (CP 226).



Nei settori in cui i salari vengono indicizzati al superamento dell’indice pivot, gli indici si susseguono rapidamente. Ad esempio, è probabile che i salari dei lavoratori del settore sanitario (ospedali, case di riposo e di cura, ecc.) vengano indicizzati cinque volte del 2% quest’anno.

READ  Nella città di Lussemburgo: i residenti si rifiutano di confiscare la loro proprietà quando passano i tram