Settembre 26, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Nella città di Lussemburgo: i residenti si rifiutano di confiscare la loro proprietà quando passano i tram

pubblicato

Nella città di LussemburgoI residenti si rifiutano di confiscare le loro proprietà al passaggio del tram

Lussemburgo – Una possibile battuta d’arresto potrebbe interessare il sito del tram, vicino a Rue de Squillas, a Hould. C’è una sezione di 300 metri in cui due proprietari si rifiutano di confiscarli.

Vincent Lescott / Primaria

nastroInaugurazione della linea tramviaria per Bonnevoie Appena tagliati, gli scavatori hanno ripreso il servizio lunedì sul boulevard de Kockelscheuer. All’orizzonte, il prolungamento della linea verso sud, con l’arrivo della Cloche d’Or previsto “nel quarto trimestre del 2023, una tempistica che sarà sicuramente rispettata”, ha confermato il ministro della Mobilità, François Bosch.

e il ministro Déi Gréng per sostenere la sua affermazione, però… una possibile battuta d’arresto sul lato di rue des Scillas, a Howald, dove Ponts & Chaussées “lavorerà per creare l’accesso al ponte” sospeso sull’autostrada A6. “In effetti, c’è una differenza tra Francois Bausch, c’è una striscia di 300 metri in cui due dei proprietari sono riluttanti a confiscarla. Ma i colloqui sono in corso e sono ancora fiducioso di poter risolvere rapidamente la situazione”. Perché, prosegue il ministro della Mobilità, «hanno tutto l’interesse a collaborare, perché il passaggio del tram è un vantaggio in più dei loro stessi progetti».

“Questo non cambierebbe nulla in termini di orario di apertura.”

François Bausch dice che si tratta di “solo una semplice questione di influenza”, ovvero il fatto che la direzione espropri un individuo da una proprietà, a proprio vantaggio oa beneficio di terzi. Una domanda “semplice”, ovviamente, ma potrebbe far scivolare un granello di sabbia in un Lockstrum che è stato perfettamente oliato finora. “In caso di blocco, la linea opererà temporaneamente su un binario”, ammette il politico, “che aumenterà la frequenza dei treni in transito da 3 a 5 minuti nelle ore di punta”. e François Bausch, sempre molto fiducioso, nel realizzare “una leggera perdita di produttività all’inizio”, ma per assicurarsi “che non cambiasse assolutamente nulla per quanto riguarda l’orario di apertura”.

Nel frattempo, il cantiere inizia “questa settimana, dal Lycée Vauban a Cloche d’Or”, dove il terreno è già stato sgomberato, ha detto il ministro. Lavori che prevederanno la chiusura dell’incrocio di Rue de Kockelscheuer con Rue Émile Bien e Rue Isaac Newton, da lunedì al 6 novembre. Di conseguenza, le linee di autobus 5, 20, 22, 24 e 27 saranno deviate dal loro percorso abituale, ma senza fermarsi.

READ  Over 65 con immunodeficienza: “Gli attuali schemi vaccinali non bastano più a proteggere i più vulnerabili”, cosa fare?