Ottobre 3, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Queste campagne scientifiche sono minacciate dal prezzo del carburante

I prezzi della benzina hanno spinto al rialzo il budget della flotta oceanografica francese, che ora si attesta a 9 milioni di euro. I ricercatori potrebbero dover annullare le loro crociere.

Articolo di

pubblicato

momento della lettura : 1 minuto.

Niente gas, niente ricarica. C’est une conséquence inattendue de la hausse du prix des carburants : la flotte océanographique française, c’est-à-dire les bateaux et les submersibles qui servent pour les chercheurs, n’a pas assez d’argent pour les mission garant Next anno.

>> Quanto ti costa l’inflazione su base giornaliera?

Questa situazione fa infuriare il direttore del prestigioso Laboratorio di Scienze del Clima e dell’Ambiente, Philippe Bousquet: “D’altra parte, abbiamo una presentazione dello stato che dice che l’oceano è basico, ecc., e oggi, da un budget di 70 milioni di euro, abbiamo un deficit del 10% del budget nel prossimo anno realizzando il le missioni oceanografiche, le osservazioni oceaniche che facciamo ogni anno, le spedizioni L’eccezionale che finalmente aspetta da quattro anni perché c’è stato anche il Covid che ha impedito tutto.

Lui stesso aveva programmato un’importante missione fuori dal Brasile per migliorare i modelli climatici. Il futuro della spedizione è incerto: il prezzo del diesel ha gonfiato il budget di tutte le navi da ricerca e ora mancano 9 milioni di euro. “Stiamo ancora sperimentando più del doppio di carburante rispetto a primaammette Olivier Lefort, direttore della flotta francese per l’oceanografia presso l’Ifremer, l’Istituto del mare. Abbiamo stabilito che l’impatto finanziario rappresenta poco meno del 10% delle nostre spese.

Il ministero dell’Istruzione superiore è stato allertato la scorsa primavera. Se non ci sono estensioni finanziarie, i ricercatori dovranno presto sospendere alcune missioni.

READ  Kinshasa: professionisti della salute dotati dei primi segni di cancro infantile