fbpx
Campania Cronaca EVIDENZA Salerno video

Quando le Brigate Rosse colpirono Salerno. Lunedì la commemorazione

Salerno, tre furono i morti ammazzati dalle brigate rosse il 26 agosto del 1982.

Lunedì la commemorazione delle vittime in piazza Vittime del Terrorismo. Un omicidio folle, un momento da non dimenticare.

Era il 26 agosto 1982. Le immagini dell’emittente salernitanta Telecore, sono sbiadite, ma non la memoria del triste giorno. Le brigate rosse colpirono un convoglio dell’esercito che stava trasportando armi e munizioni. L’obiettivo era proprio la merce scortata. Nel primo pomeriggio, sul lungomare salernitano, zona Torrione, alcuni brigatisti, forse dieci, attaccarono con ferocia il piccolo convoglio miltiare. Nel primo scontro, all’incrocio di via Amato con via Parisi, due auto con a bordo i terroristi rossi bloccarono i militari ferendo gravemente il Caporale Antonio Palumbo.

Gli spari ci furono e furono avvertiti anche da una “Volante” dl 113. Arrivarono così sul posto 4 agenti.

Il secondo scontro tra BR e Polizia fu violento. Ucciso sul colpo l’agente Antonio Bandiera, alla guida dell’auto. Lo scontro a fuoco ferì gravemente l’agente Mario De Marco che morirà il 30 agosto.

“Uomini della Polizia di Stato coraggiosi eroi, come tanti appartenenti alle forse della Polizia e alle Forze Armate che sono morti per semplicemente il loro dovere”. Questo il ricordo del Questore di Salerno Maurizio Ficarra.

Vuoi ricevere gli aggiornamenti gratuiti da laRedazione.eu ?

E' facile, semplice e gratuito. Cosa aspetti? Unisciti agli altri lettori

laRed TV


ONAIR DALLE 12 ALLE 22

invia le tue segnalazioni al:

G+

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi