Dicembre 3, 2021

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Quando gli anziani soffrono in silenzio…

“Devi essere pazzo per andare da uno strizzacervelli. Per molto tempo, andare da un professionista della salute mentale è stato disapprovato. E con l’invecchiamento della popolazione, le cose non sembrano essere cambiate molto.

Un sondaggio (GeneSight Mental Health Monitor*) pubblicato nel novembre 2020 ha mostrato che se avesse la depressione, il 61% degli americani non la curerebbe perché “non era così grave”. E il 39% pensa di poterlo gestire da solo, senza un aiuto professionale.

“Abbiamo scoperto che gli anziani avevano ancora difficoltà ad ammettere di essere depressi”, affermano gli autori del sondaggio.

“La mentalità di alcuni anziani di “superare se stessi” e la riluttanza a parlare di salute mentale impedisce loro di ottenere l’aiuto di cui hanno bisogno”.

Tuttavia, “in questo periodo di pandemia, il contesto ha avuto un impatto significativo sulla salute mentale degli anziani”.

Affaticamento o perdita di energia, disturbi dell’appetito (con perdita o aumento di peso), disturbi del sonno… Alcuni sintomi della depressione sono spesso confusi con le normali manifestazioni dell’invecchiamento.

“Questo non è il caso”, hanno concluso gli autori. “La depressione è una malattia che può e deve essere curata”.

*Il GeneSight Mental Health Monitor è un sondaggio nazionale sugli adulti americani dal 12 agosto al 27 settembre 2020

READ  Perché Macron vuole imporre agli anziani la terza dose del vaccino?