Maggio 26, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Può questo riso sviluppato in laboratorio salvare il mondo dalla carestia e dal riscaldamento globale?

Può questo riso sviluppato in laboratorio salvare il mondo dalla carestia e dal riscaldamento globale?

Di base
Alcuni ricercatori sudcoreani hanno sviluppato riso coltivato in laboratorio che potrebbe offrire un’alternativa alla carne. Un prodotto che mira ad essere più economico e più rispettoso dell’ambiente.

È questa la soluzione miracolosa per sconfiggere la fame nel mondo e combattere il riscaldamento globale? In ogni caso, questo è ciò che sperano i ricercatori sudcoreani che hanno creato questo nuovo tipo di cibo ibrido sostenibile. È un riso dal colore rosa, leggermente rotondo e opaco, come se fosse fatto di argilla.

Questo nuovo riso è stato coltivato in laboratorio dai ricercatori dell’Università Yonsei di Seoul Contiene cellule muscolari e adipose della carne bovina. Secondo questo team di scienziati, potrebbe offrire un’alternativa più economica e più sostenibile dal punto di vista ambientale alla carne, lasciando al contempo un’impronta di carbonio inferiore.

“Immaginiamo se potessimo ottenere tutti i nutrienti di cui abbiamo bisogno dalle proteine ​​del riso coltivate in cellule”, afferma Park Soo-hyun, coautore dello studio. “Il riso contiene già un alto livello di nutrienti, ma l’aggiunta di cellule provenienti dal bestiame può aumentarlo ancora di più”, ha confermato in un comunicato stampa pubblicato lo scorso febbraio, quando lo studio è stato pubblicato sulla rivista. Tema.

Impronta di carbonio molto bassa

I chicchi di riso sono stati prima ricoperti con gelatina di pesce per aiutare le cellule di manzo ad aderire ad essi, e poi coltivati ​​per undici giorni. Secondo il gruppo di ricerca, rispetto al riso normale, il prodotto finale contiene l’8% in più di proteine ​​e il 7% in più di grassi, pur essendo più solido e friabile rispetto ai cereali naturali. Il suo colore rosa deriva dal terreno di coltura cellulare utilizzato. Pertanto il riso può avere un altro colore utilizzando un altro terreno di coltura.

READ  Trois futurs systèmes planétaires autour d'une étoile double !

Park Soo-hyun ha affermato che l’ultima versione sviluppata in laboratorio lascia un’impronta di carbonio molto inferiore rispetto alla carne perché non richiede l’allevamento di animali, che consuma “molte risorse e acqua e rilascia molti gas serra”. “Ora vedo un intero mondo di possibilità per questo alimento ibrido, e un giorno potrebbe fornire aiuti alimentari in caso di carestia, essere incorporato nelle razioni militari o persino nutrire gli astronauti”, ha detto il ricercatore.

Prezzo molto ragionevole

Per ogni 100 grammi di proteine ​​prodotte, il riso ibrido rilascerà meno di 6,3 kg di anidride carbonica, ovvero otto volte meno della produzione di carne bovina (49,9 kg di anidride carbonica), secondo il comunicato stampa. Il suo prezzo di vendita è stimato a 2,23 dollari al chilo, rispetto ai 2,20 dollari del riso tradizionale e ai circa 15 dollari della carne bovina in Corea del Sud.

secondo Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura (FAO)La produzione di carne è responsabile del 12% delle emissioni umane totali, ovvero di circa 6,2 miliardi di tonnellate di anidride carbonica all’anno. La carne bovina è responsabile della maggiore quantità di anidride carbonica per chilogrammo.