Novembre 30, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Pubblicato il certificato di morte di Elisabetta II: ora conosciamo la causa della sua morte

Il certificato di morte di Elisabetta II, morta l’8 settembre all’età di 96 anni, è stato pubblicato giovedì dai National Archives of Scotland.
Dopo 70 anni di governo, Elisabetta II morì nel suo castello scozzese, Balmoral. Buckingham Palace ha annunciato la sua morte alle 18:30 ora locale (17:30 GMT), ma si sa che il primo ministro Liz Truss è stato informato alle 16:30.

Il giorno della sua morte, suo figlio maggiore, che divenne Carlo III, arrivò a Balmoral nel bel mezzo della giornata, ma gli altri suoi figli Andrea ed Edoardo, così come il figlio di Carlo, William, non arrivarono fino a sera. Harry, il fratello di William, arrivò molto più tardi.

Il certificato è stato firmato dalla principessa Anna, figlia di Elisabetta II, che ha accompagnato il re durante le sue ultime ore.

Si può leggere alla fine:

Ora della morte: 15:10

Motivo: vecchiaia

Professione: Sua Maestà la Regina

Come titolo è indicato il Castello di Windsor, situato nella periferia occidentale di Londra. “solito”: Ha trascorso la maggior parte del suo tempo lì dall’inizio della pandemia di Covid-19, quando Buckingham Palace nella capitale era solitamente la residenza principale dei monarchi britannici.

L’ultima apparizione pubblica di Elisabetta II è stata il 6 settembre, quando il nuovo primo ministro Liz Truss è stato incaricato di formare un governo. Poi apparve il re, sorridente ma debole, appoggiato al suo bastone.

Dieci giorni di lutto nazionale

Negli ultimi anni, il palazzo è rimasto molto conservatore riguardo alla salute del re. Non è stato rivelato fino a dopo le fughe di notizie sulla stampa sulla notte della sua degenza in ospedale un anno fa per esami, la cui natura non è mai stata determinata. Poi si è parlato dei problemi di mobilità, mentre lei ha cancellato molte apparizioni.
Dieci giorni di lutto nazionale dopo la morte della Regina. Decine (se non centinaia) di migliaia di persone si sono messe in fila per andare a rendere omaggio davanti alla sua bara prima a Edimburgo, poi a Londra, a Westminster.
Circa 2.000 persone, inclusi capi di stato e membri delle famiglie reali, hanno partecipato ai funerali di stato presso l’Abbazia di Westminster il 19 settembre. Ma migliaia di altre persone si sono accalcate lungo le strade per vedere per l’ultima volta la bara di questa regina immensamente popolare nel suo paese.
La regina fu sepolta nella cappella del castello di Windsor, a 40 km da Londra, con il marito, il principe Filippo, i suoi genitori e sua sorella.
Il castello ha riaperto giovedì, attirando centinaia di persone che hanno potuto vedere la lapide del defunto re presso il memoriale di Giorgio VI, il padre di Elisabetta II, morto nel 1952.

READ  I segreti inquietanti di Alain Delon