Aprile 23, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Pubblicare una strategia per migliorare la salute degli operatori sanitari.

Pubblicare una strategia per migliorare la salute degli operatori sanitari.

Agnès Firmin-Le Bodo annuncia l’avvio del lavoro per documentare la salute degli operatori sanitari, identificare le buone pratiche e migliorare l’accesso alla medicina del lavoro. Inoltre, agli operatori sanitari viene chiesto di rispondere a un sondaggio nazionale e condividere le loro migliori pratiche.

Uno squilibrio tra carico di lavoro e vita personale è comune e influisce sulla salute mentale degli operatori sanitari. Inoltre, l’organizzazione e le condizioni del loro lavoro hanno un impatto sulla loro salute fisica, con il risultato che un quarto degli operatori sanitari si sente in cattive condizioni di salute.

Se tutti i professionisti – tutte le generazioni messe insieme – fossero interessati, Due gruppi di caregiver possono essere identificati come i più a rischio: gli operatori sanitari e gli studenti delle professioni sanitarie.

Questa combinazione di fattori penalizza l’attrattività delle professioni sanitarie, in quanto fino a poco tempo fa erano tra le direzioni occupazionali più apprezzate. Le sfide della promozione e prevenzione della salute e del benessere degli operatori sanitari si estendono oltre l’ospedale e ora si estendono a tutti gli operatori sanitari, indipendentemente dalla loro posizione e dall’ambiente di esercizio.

Per questo Agnès Firmin le Bodo ha voluto iniziare a lavorare, incentrata su tre assi:

  • documentare lo stato di salute degli operatori sanitari;
  • Un elenco di buone pratiche, individuando gli attuali supporti normativi o normativi al fine di garantire un percorso di miglioramento dei comportamenti preventivi per gli operatori sanitari;
  • Analisi delle condizioni per un migliore e più ampio accesso alla medicina del lavoro per gli operatori sanitari.

L’obiettivo è quello di elaborare una tabella di marcia pluriennale comune e di avviarne la diffusione assicurando che le soluzioni già in atto siano visibili. Gli obiettivi di questo progetto, oltre a preservare la loro salute e migliorare la loro capacità di lavorare, mirano a sviluppare un’organizzazione e una cultura del lavoro che consentano lo sviluppo della prevenzione e della salute sul lavoro per questi professionisti, qualunque sia il loro luogo di pratica, e quindi contribuire all’immagine positiva delle professioni sanitarie.

READ  La perdita di idrogeno rimane una preoccupazione per gli scienziati

In questa prospettiva è stata lanciata ufficialmente la mission di “Health Caregiver – Let’s Innovate and Act Together”. Oggi, in occasione del convegno “Tutti gli attori sanitari degli operatori sanitari”, organizzato dal Ministero della Salute e della Prevenzione.

Agnès Firmin Le Bodo ha riunito in modo straordinario attori della ricerca, istituzioni chiave e rappresentanti delle associazioni sanitarie, nonché professionisti delle istituzioni e dei servizi sanitari, sociali, medici e sociali e del settore liberale, nonché rappresentanti del settore del volontariato.

I ricchi commenti e le discussioni mattutine hanno contribuito a evidenziare il lavoro svolto dallo scorso autunno, in particolare le iniziative e le pratiche che hanno permesso di fornire risposte concrete alla salute in declino degli operatori sanitari e partecipare alla costruzione di una tabella di marcia, coinvolgendo tutti gli stakeholder, per nei prossimi anni, nel movimento Per mobilitare gli operatori sanitari.

Agnès Firmin Le Bodo, insieme ai rappresentanti della Fondazione MNH e del DREES, ha svelato i quattro team di ricercatori che hanno vinto il Bando per Manifestazione di Interesse in relazione alla “Salute degli Operatori Sanitari” lanciato il 16 novembre 2022.

I primi risultati del lavoro di ricerca sono attesi entro la fine del 2023.

Sono stati assegnati tre operatori sanitari, che sono stati classificati come ammissibili a causa della loro professione, background e complementarità di competenze.di Agnès Firmin Le Bodo, per offrire la loro esperienza per discussioni e azioni:

  • Philip Denormandy Chirurgo Neuro-Ortopedico e Delegato Generale della Fondazione MNH;
  • Marine Crest-Gilloy, Medico di Medicina Generale e investito nel supportare gli operatori sanitari con problemi di salute;
  • Alexis Bataille Humberte portavoce dell’infermiere per la sedia Caregiver Experience Design.
READ  Un objet interstellaire s'est bien écrasé sur Terre selon l'armée americaine

Ottima consulenza aperta a tutti i professionisti In occasione di questo congresso è stato avviato l’intervento nei settori sanitario e medico-sociale, sviluppato in stretta concertazione con tutte le federazioni, rappresentanti degli operatori sanitari. Il questionario, composto da una quarantina di domande, consentirà agli operatori sanitari di mettere in discussione la loro salute e il loro approccio preventivo. È uno strumento al servizio di tutti i caregivers, distribuito da oggi e consultabile sul sito del Ministero. I risultati contribuiranno allo sviluppo di misure per migliorare la salute degli operatori sanitari.

Partecipa alla consultazione cliccando qui

Dopo la conferenza, Agnès Firmin Le Bodeau ha dichiarato:

“La salute di coloro che si prendono cura di noi è una questione importante; tenerne conto è una responsabilità collettiva e richiede quindi una mobilitazione generale di tutti gli attori. Vorrei ringraziare tutte le parti interessate associate a questo grande movimento, che lo renderebbe possibile attuare misure concrete per una migliore comprensione dei problemi di salute affrontati dagli operatori sanitari e fornire insieme risposte adeguate. »