Febbraio 23, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Prigione “molto peggio di prima”: ecco come appariva il campo di correzione in cui era rinchiuso il leader dell’opposizione russa Alexei Navalny

Prigione “molto peggio di prima”: ecco come appariva il campo di correzione in cui era rinchiuso il leader dell’opposizione russa Alexei Navalny

Yamalya, la regione autonoma in cui si trova il campo Kharp, è una regione composta da montagne, foreste e laghi ed è soggetta ad inverni estremamente rigidi. La prossima settimana, ad esempio, la temperatura dovrebbe scendere fino a circa -28 gradi, mentre la temperatura media annuale è sotto lo zero. A causa del clima estremamente freddo, Yamalya è molto scarsamente popolata: appena 550.000 persone in un'area 25 volte più grande del Belgio.

Alexei Navalny, l'attivista anti-Putin che il Cremlino cerca di uccidere lentamente (foto)

Secondo l’avvocato dell’opposizione Ivan Zhdanov, Navalny si trova ora nel campo IK-3, noto anche come “Lupo Artico”. Afferma che l'accesso al campo è “molto difficile”, ma uno dei suoi avvocati è riuscito a raggiungerlo il giorno di Natale: “All'inizio non gli è stato permesso di entrare ma alla fine ha potuto vedere Navalny”.

Su X (ex Twitter), Ivan Zhdanov ha condiviso le foto del campo di concentramento dove è detenuto Alexei Navalny. Quest'ultimo si trova in uno spazio ristretto in cui difficilmente può muoversi. Il soffitto in realtà è solo una griglia che permette alla luce di attraversarlo. Ma poiché il campo si trova oltre il circolo polare artico, le giornate sono molto brevi… e il tetto è coperto di neve.

“Questa prigione sarà molto peggiore della precedente. Stanno cercando di rendere la sua vita il più insopportabile possibile”, ha detto a Reuters la portavoce di Navalny, Kira Yarmysh.

Parlando dei prigionieri dell’opposizione politica, Ivan Zhdanov ha aggiunto, spiegando il trasferimento di Navalny da un campo all’altro: “Stanno cercando di isolarli e reprimerli”.