Giugno 23, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Pollini e allergie: un breve periodo di riposo in attesa di una betulla

Pollini e allergie: un breve periodo di riposo in attesa di una betulla

Notizie meteorologiche

L’arrivo della pioggia è una buona notizia in più di un modo. Ciò migliorerà la secchezza superficiale, ma ridurrà anche il rischio di sviluppare allergie nei prossimi giorni. La fine del mese vedrà il ritorno del polline di betulla, preparati.

La Chaîne Météo ti offre previsioni meteo e allergie ogni venerdì, in collaborazione con l’RNSA e il sito web www.polllens.fr


Mentre la siccità è peggiorata nel paese nelle ultime settimane e quattro province sono in allerta per la siccità (Ain, Bouches-du-Rhône, Pyrénées-Orientales, Var), la pioggia è finalmente tornata in molte regioni. Consentirebbe al polline di appiattirsi sul terreno e fornirebbe sollievo ai soggetti allergici con un rischio di allergia inferiore ovunque, tranne nel Mediterraneo, dove pioverà molto meno e dove il rischio di allergia potrebbe essere ancora elevato per le Cupressaceae (cipresso, ecc. ) polline.




IL Ulness (Famiglia Betulaceae) Continua a fiorire con un rischio da basso a moderato di reazioni allergiche. Sono favoriti dall’estrema mitezza che affligge tutto il paese e che favorisce l’emissione di polline nell’aria.


IL Alberi di noci terminano la loro impollinazione e presto non daranno più fastidio a chi soffre di allergie con il rischio che rimane basso.


Sono attualmente in fioritura anche altri alberi come frassino, carpino, olmo, salice e pioppo con rischi di allergia che non dovrebbero superare il livello basso.


D’altra parte, preparati, il primo polline di betulla arriverà entro la fine del mese e chi soffre di allergie dovrebbe prepararsi per le settimane più complicate che ci aspettano.


READ  Quando l’umanità era appesa a un filo

Il polline di Urticaceae rimane presente in tutto il Mediterraneo con un basso rischio di reazioni allergiche.


I numerosi acquazzoni in programma nei prossimi giorni laveranno il polline nell’aria, ma attenzione i periodi soleggiati, primaverili e ventosi tra un acquazzone e l’altro favoriranno l’emissione e la diffusione del polline nell’aria. Larissa tempestosa Venerdì 10 marzo su gran parte del Paese avrebbe favorito il volo di alte concentrazioni di pollini visto che il clima si mantiene secco, oltre a fenomeni di congiuntivite (prurito e lacrimazione) nelle persone con allergie.


Alcuni consigli pratici per ridurre l’esposizione al polline e Sintomi di allergia compatibili con:


Risciacqua i capelli di notte


– Ventilare per almeno 10 minuti al giorno prima dell’alba e dopo il tramonto


Evitare di asciugare i vestiti all’esterno


Tieni i finestrini dell’auto chiusi per evitare che il polline entri nell’abitacolo


Inoltre, fai attenzione all’inquinamento atmosferico, che può esacerbare le allergie ai pollini in alcune grandi città.


Puoi fare riferimento ai rischi di allergia nella tua città in fondo alla pagina delle previsioni sul nostro sito Web, nonché agli indicatori di inquinamento. Puoi anche fare riferimento al volantino sull’allergia ai pollini sul sito www.polllens.fr.


Questa newsletter viene aggiornata ogni venerdì durante la stagione dei pollini.




Leggi anche

Allerta meteo: tempesta Larissa: forti venti, forti piogge e neve


Meteo del fine settimana: Abbastanza cupo con il mercurio che fa lo yo-yo