Giugno 20, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Più di 200 agenti di polizia schierati per trovare un uomo armato sospettato di aver ucciso cinque persone, tra cui un bambino di 8 anni, in Texas (VIDEO)

Più di 200 agenti di polizia schierati per trovare un uomo armato sospettato di aver ucciso cinque persone, tra cui un bambino di 8 anni, in Texas (VIDEO)

Più di 200 poliziotti locali e federali stavano cercando il sospetto, un messicano identificato come Francisco Oropeza, in questo stato meridionale dove abbondano le armi da fuoco.

Considerato armato e pericoloso, “potrebbe essere ovunque”, ha avvertito il sindaco Greg Capers, responsabile delle indagini, nel fine settimana durante una conferenza stampa.

Le autorità hanno offerto una ricompensa di $ 80.000 per qualsiasi informazione che portasse alla posizione di questo “mostro”, come lo chiamava l’agente speciale dell’FBI James Smith.

L’uomo armato di 38 anni è sospettato di aver aperto il fuoco da venerdì notte a sabato notte all’interno di una casa di Cleveland vicino a Houston, uccidendo cinque persone, tutti honduregni, di 8 anni e un 31enne.

Francia Agenzia di stampa

Secondo le autorità locali, si stava esercitando a sparare nel suo giardino quando i vicini gli hanno chiesto di spegnere il rumore in modo che un bambino potesse dormire.

In risposta, il sospetto sarebbe entrato nella casa dei suoi vicini e avrebbe sparato a diversi residenti “in pratica come un linciaggio”.

Questa notizia ha suscitato forte emozione negli Stati Uniti e in Honduras, piccolo Paese centroamericano dove si registrano le vittime più giovani.

E il governatore repubblicano del Texas, Greg Abbott, ha pubblicato un tweet, denunciato dai suoi oppositori, in cui definisce le vittime “immigrati clandestini”.

READ  Trump afferma che “vincerà” le elezioni presidenziali del 2024 contro il “peggiore” presidente e che il suo Paese deve affrontare la minaccia della “Terza Guerra Mondiale”

Gli Stati Uniti hanno più armi individuali che umani e causano più di 130 morti al giorno, più della metà dei quali sono suicidi.