Maggio 27, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Proteste per il Labor Day: quartieri da evitare in auto

Proteste per il Labor Day: quartieri da evitare in auto

UN In occasione del Labor Day e del Labor Day, nella capitale sono state annunciate diverse manifestazioni. Il primo partirà da Place Anneessens. L’assemblea è prevista per le 10:30 con partenza alle 12:30 da Rue du Tournai. I manifestanti attraverseranno poi Place Roubaix, il quartiere Midi, l’Avenue Alexienne e l’Avenue de l’Emperor. Gli interventi sono previsti all’arrivo, in Place de l’Abertine, intorno alle 13:00.

Una seconda manifestazione si è tenuta lunedì pomeriggio. I manifestanti si raduneranno in Piazza Mosca a Saint-Gilles a partire dalle 14:00. Il corteo partirà alle 15:00 e dovrebbe arrivare alle 16:30 in Place du Jeu de Balle. Il percorso annunciato è il seguente: Carré de Moscow, rue de Moscow, rue de Rome, chaussée de Waterloo, rue de la Filature, rue de la Victoire, Avenue Henri Jaspar, Cross high Hôtel des Monnaies, boulevard de Waterloo, place Jean Jacobs , rue aux Laines, place Poelaert, rue Allard, rue Watteeu, rue des Minimes, rue Stevens, rue Haute, Place de la Chapelle, Brigittines, rue des Tanneurs, rue Chevreuil, place du Jeu de Balle. Place du Jeu de Balle ospiterà anche un villaggio associativo, che offrirà molte attività culturali, tra cui una fiera del libro.

Leggi anche Un giorno di maggio può nasconderne un altro

Una terza manifestazione è prevista per le 11, presso il Monumento alla Gloria della Fanteria Belga, in Place Boillert. La partenza sarà data alle 11:30 per l’arrivo alle 12:00 in Ravenstein Street, dove si terranno i discorsi. I festeggiamenti proseguiranno poi sul Mont des Arts. Il percorso prenderà le seguenti strade: rue aux Laines, rue de Wynants, rue des Minimes, rue de l’Epée, rue Haute, Place de la Chapelle, rue de la Chapelle, boulevard de l’Empereur, Cantersteen, Mont des Arts , rue Ravenstein.

READ  Elezioni presidenziali francesi: il terzo voto conferma l'hack di Pekéres