Novembre 27, 2021

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Pfizer ha accettato di distribuirlo in tutto il mondo

Il colosso farmaceutico statunitense Pfizer ha accettato di consentire alla pillola anti-Covid, una volta autorizzata, di diffondersi oltre i paesi ricchi per combattere l’epidemia che sta seminando il panico da quasi due anni.

L’accordo di licenza volontaria è stato annunciato congiuntamente martedì da Pfizer e dalla suite Medicines Patent and Drug Administration (MPP), istituita da Unitaid.

produttori di farmaci genericiQuelli con sublicenze potranno fornire il nuovo farmaco in combinazione con ritonavir (un farmaco usato contro l’Hiv, ndr) a 95 Paesi, coprendo circa il 53% della popolazione mondiale.“, ha identificato il portavoce dell’unità, Hervé Verhussel, durante il regolare briefing delle Nazioni Unite a Ginevra.

All’inizio di novembre, Pfizer, che insieme alla tedesca BioNTech commercializza uno dei vaccini più efficaci contro il Covid, ha pubblicato i risultati della sperimentazione clinica provvisoria del suo antivirale orale antivirale PF-07321332, o Paxlovid.

Hanno dimostrato di essere efficaci all’89% nel prevenire il rischio di ospedalizzazione o morte negli adulti ad alto rischio di sviluppare gravemente da Covid.

Pfizer si unisce così alla rivale Merck, che ha stretto un accordo simile con MPP per il suo prodotto anti-Covid orale, Molnupiravir, anch’esso altamente efficace.

Se questi risultati promettenti saranno confermati, la disponibilità del trattamento”Sarà questione di mesi, non di anni, ma nemmeno di settimaneEsteban Boroni, Head of Policy Development di MPP, ha dichiarato in un’intervista all’AFP.

Martedì Pfizer ha richiesto l’autorizzazione all’immissione in commercio di emergenza negli Stati Uniti.

ruolo vitale

Herve ha affermato che l’accordo annunciato martedì include tutti i paesi a reddito medio-basso e medio-alto dell’Africa sub-sahariana, nonché i paesi a reddito medio-alto che hanno raggiunto tale status negli ultimi cinque anni.

READ  Scoperto in Belgio un caso del nuovo tipo, considerato "allarmante" dall'Organizzazione Mondiale della Sanità

Pfizer non riceverà royalties sulle vendite nei paesi a basso reddito e rinuncerà all’equità sulle vendite in tutti i paesi coperti dall’accordo finché il Covid-19 rimarrà un’emergenza sanitaria pubblica di interesse internazionale da parte dell’Organizzazione mondiale della sanità.

Riteniamo che gli antivirali orali possano svolgere un ruolo fondamentale nel ridurre la gravità dell’infezione da Covid-19, ridurre il carico sul nostro sistema sanitario e potenzialmente salvare vite umane.Albert Burla, CEO di Pfizer, ha commentato in una dichiarazione congiunta.

Accusa Pfizer e altri gruppi farmaceutici che producono vaccini Covid di privilegiare i profitti, vendendo a paesi che possono permetterselo, condividendo così la disuguaglianza dei vaccini tra paesi ricchi e poveri.

Secondo Médecin Sans Frontières, il prezzo sarà di circa 700 dollari nei paesi ricchi, come Molnuvipar, e sarà adattato ad altri paesi.

Medici Senza Frontiere ha detto a se stessa:frustrato“In base a questo accordo parziale che esclude paesi con grandi capacità produttive generali, come Argentina, Brasile o persino Cina, Malesia e Tailandia.

Modifica dell’offerta

Il Regno Unito è diventato il primo paese ad autorizzare il mulnopiravir il 4 novembre.

Questi due antivirali agiscono diminuendo la capacità del virus di moltiplicarsi, rallentando così la malattia. Questi trattamenti sono un supplemento ai vaccini e sono facili da usare perché possono essere assunti a casa.

Per il dottor Buroni un aspetto critico è che permette di alleviare le strutture sanitarie prevenendo il ricovero: “cambia il gioco“.

Sebbene i vaccini siano più facili da produrre, trasportare e distribuire, questi trattamenti dovrebbero essere assunti entro tre-cinque giorni dalla comparsa dei sintomi.

Ciò presuppone che i test siano disponibili e che la diagnosi sia confermata da un medico.

READ  Frances Haugen di Facebook mette in guardia contro "Metaverse"

Michael Ryan, direttore del Programma di emergenza sanitaria dell’OMS, ha accolto con favore l’arrivo di questi trattamenti venerdì, insistendo sul fatto che era necessario attendere i risultati finali delle sperimentazioni.

Tutto questo sta andando nella giusta direzione, ma dobbiamo andare avanti passo dopo passo in modo sistematico per fare in modo che la cura clinica del Covid migliori con queste molecole.Lo ha detto durante una conferenza stampa, ricordando che la prima linea di difesa contro il Covid sono le vaccinazioni e la prevenzione del contagio.