Dicembre 8, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Perché il museo italiano ha citato in giudizio Jean-Paul Gaultier?

L’ufficio di Firenze ha annunciato che sta facendo causa a Jean Paul Gaultier alla casa francese “Uso non autorizzato Venere di Botticelli”Un dipinto iconico del Rinascimento italiano. “La maison ha utilizzato l’immagine del capolavoro custodito nel museo […] Per realizzare diversi outfit, ho pubblicato le loro foto sul suo sito e sui social media”, Il museo spiega in un comunicato.

Gli uffici si sono collegati all’account Instagram della famosa casa parigina nel loro comunicato stampa che mostra screenshot del sito e degli abiti in questione. Tra questi, quei 150 euro a sciarpa Nascita di VenereSu di essa viene ricreata l’immagine della dea che emerge dall’acqua come se i suoi lunghi capelli biondi nascondessero la nudità.

più dorato “L’ho fatto senza chiedere il permesso […] Pagare le relative tasse come espressamente previsto dalla legge”Condannano gli uffici che affermano di aver detto alla maison di ritirare dal mercato gli abiti in questione o rivolgersi al museo per raggiungere un accordo commerciale.

“Lettera di aprile a Jean-Paul Gaultier ignorata”Il museo se ne rammarica, quindi annuncia che è stato lanciato “Azione legale per rimozione di indumenti ‘illeciti’ e richiesta di risarcimento danni”.

Gli Uffizi di Firenze sono aperti al pubblico dal 1765, e il pubblico può scoprire 8.000 mq di capolavori della pittura italiana, in particolare i capolavori dei grandi pittori del Rinascimento: oltre a Sandro Botticelli, le opere di Leonardo da Vinci , Michelangelo. , Raffaello, o Caravaggio o anche Tiziano.

Sandro Botticelli (1445-1510) è stato uno dei pittori più importanti del Rinascimento italiano. Due delle sue opere più famose sono conservate agli Uffizi Nascita di Venere E molla