Aprile 17, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Perché dovresti aspettarti temperature più alte del normale tra marzo e maggio?

Perché dovresti aspettarti temperature più alte del normale tra marzo e maggio?

Secondo l'organizzazione, il fenomeno El Niño “si sta gradualmente indebolendo, ma continuerà a influenzare il clima globale nei prossimi mesi, portando ad un aumento del calore intrappolato dai gas serra causati dalle attività umane”.

Il fenomeno El Niño è un fenomeno climatico naturale che corrisponde ad un aumento della temperatura di gran parte dell'Oceano Pacifico tropicale, si verifica ogni due-sette anni e dura dai nove ai dodici mesi.

Modifica la circolazione dell'atmosfera a livello planetario e riscalda regioni lontane, e l'Organizzazione Meteorologica Mondiale conferma che si verifica nel contesto di un clima modificato dalle attività umane.

L’Organizzazione Meteorologica Mondiale ha dichiarato: “C’è una probabilità del 60% che El Niño continui tra marzo e maggio, e una probabilità dell’80% che condizioni neutre (né El Niño né La Niña) si osservino da aprile a giugno”.

“Ogni mese da giugno 2023 ha stabilito un nuovo record mensile di temperatura – e il 2023 è stato l’anno più caldo mai registrato”, ha affermato Celeste Saulo, il nuovo segretario generale dell’OMM.

Principale funzionario

“Il fenomeno El Niño ha contribuito a queste temperature record, ma i gas serra sono inequivocabilmente la causa principale”, ha affermato.

“Le temperature della superficie dell'oceano nel Pacifico equatoriale riflettono chiaramente El Niño. Ma le temperature della superficie del mare in altre parti del mondo sono state persistenti e insolitamente elevate negli ultimi 10 mesi”, ricorda il meteorologo argentino, a capo dell'organizzazione. Da gennaio.

“La temperatura della superficie del mare nel gennaio 2024 è stata la più alta mai registrata in un mese di gennaio”, avverte, “ciò è preoccupante e non può essere spiegato solo dal fenomeno El Niño”.

READ  Un artista ed ex ministro è stato condannato al carcere per aver criticato l'attacco all'Ucraina mondo

L’attuale El Niño, sviluppatosi nel giugno 2023, ha raggiunto il picco tra novembre e gennaio.

Ha mostrato un valore massimo di circa 2,0 °C sopra la temperatura media della superficie del mare durante il periodo dal 1991 al 2020 nel Pacifico tropicale centrale e orientale.

L'Organizzazione meteorologica mondiale afferma che esiste la possibilità che La Niña – che ha l'opposto delle temperature più fresche di El Nino – si sviluppi “entro la fine dell'anno” dopo condizioni neutre (e nessuna delle due) tra aprile e giugno.

Ma l’Organizzazione Meteorologica Mondiale ritiene che al momento le possibilità siano molto incerte.

Sala pesi