Aprile 14, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

“Pensavo fosse uno scherzo…”

“Pensavo fosse uno scherzo…”

Laura Clark, con sede nel West Lancashire, in Inghilterra, parla di Ryanair. E non poco! C’è da dire che ha perso più di 1000 euro a causa della compagnia aerea low cost. o quasi. Lei, la sorella e l’amica, infatti, hanno dovuto volare con Ryanair da Manchester a Bordeaux per festeggiare un compleanno. Ma pochi giorni prima della partenza, vengono a sapere che il loro volo è stato cancellato a causa dello sciopero dei controllori di volo in Francia. “Ma avevamo già speso più di 500 euro per l’hotel e oltre 250 per un’attività in loco, quindi non volevamo perderli”, ha spiegato a The Sun.


di video

In caso di emergenza, Chloe e le sue amiche dovevano trovare un altro volo, con la compagnia irlandese. Ma mentre il loro viaggio precedente costava circa 300 euro, questo è costato quasi 1.000 euro. Per non parlare del fatto che l’aeroporto di partenza era diverso e quindi hanno dovuto pernottare in un albergo vicino. Insomma, tanti soldi buttati!

E qual è stata la sorpresa di Chloe quando, poco dopo la sua seconda prenotazione, ha appreso via e-mail che il suo primo volo era finalmente partito… Ha detto: “Pensavo fosse uno scherzo, quindi li ho chiamati… e la signora del il telefono mi ha assicurato che sarebbe decollato bene.” Alla fine, Chloe riceve la conferma che il suo primo volo è stato effettivamente cancellato e che tutto il panico non è stato così inutile. E se finalmente fosse arrivata a Bordeaux, Chloe se la sarebbe cavata benissimo senza tutto quello stress… e si sarebbe tenuta bene i soldi.

READ  Guerra in Ucraina: qual è la strategia di Putin e degli ucraini? Quali sono le perdite umane? Ecco il bilancio del conflitto

Un portavoce di Ryanair ha confermato a The Sun che il volo originale, previsto per il 31 marzo tra Manchester e Bordeaux, era stato cancellato a causa di uno sciopero dei controllori del traffico aereo in Francia. “I passeggeri interessati sono stati informati il ​​28 marzo e hanno offerto opzioni”, ha aggiunto, prima di riconoscere che un’e-mail che indicava che il volo avrebbe avuto luogo è stata effettivamente inviata per errore il 30 marzo. “È stato rapidamente corretto.”