Cava de' Tirreni EVIDENZA Politica Salerno

Palestre work in progress. Cava 5 Stelle attacca, Canora difende

Cava de’ Tirreni. Strutture sportive fuori uso per lavori in corso, campionati alle porte e associazioni in difficoltà. Non poteva non scatenare polemiche l’attuale indisponibilità degli impianti per i programmati e necessari interventi di manutenzione previsti dall’amministrazione per rimettere in sesto le palestre del territorio.

Al momento sono due le strutture sportive interessate dai cantieri (per un investimento di circa 700 mila euro): quella annessa alla scuola Carducci Trezza di località San Lorenzo e la palestra Mauro e Gino Avella della frazione Pregiato. Si tratta di due degli impianti maggiormente utilizzati per lo svolgimento delle attività agonistiche e se sul fronte operativo le società sportive stringono i denti in attesa di poter usufruire delle rinnovate strutture, sul piano politico si consuma il dibattito.

A far sentire la propria voce, nelle ultime ore, sono stati gli attivisti del gruppo Cava 5 Stelle – Libro Bianco che hanno puntato il dito contro “un’approssimativa programmazione” da parte dell’amministrazione.

«Fare sport a Cava de’ Tirreni – tuonano i grillini – è un’impresa difficile se non impossibile. Abituali, come ogni anno, si ripresentano i problemi per le società sportive cittadine. La parola programmazione nella loro gestione non può esistere, ogni anno devono lottare per ottenere spazi su strutture comunali vecchie, con pessimi servizi per gli atleti e per coloro che vogliono osservare le loro gesta».

In particolare, l’invettiva dei Libro Bianco si è focalizzata proprio sulla situazione delle palestre.

«Ci risulta – continuano i 5 stelle – che l’unica palestra attualmente funzionate è solo quella di San Pietro ed ovviamente tutte le società hanno avanzato richiesta per la fruizione della struttura. Il tennistavolo nel campionato di B1 nazionale, ma al momento non ha ancora un luogo dove poter effettuare gli allenamenti e dove poi ospitare le squadre avversarie; le altre società sportive al momento sono costrette a calendari impossibili per alternarsi nell’uso delle pochissime strutture fruibili e sono costrette addirittura ad emigrare fuori città e si augura che particolare attenzione venga posta nella equa e giusta suddivisione dei pochi spazi disponibili tra le varie società».

Non si è fatta attendere, nel frattempo, la risposta da parte dell’amministrazione e del consigliere Eugenio Canora che sta seguendo da vicino lo sviluppo dei lavori alle palestre assicurandone l’ultimazione a breve.

«Tutte le associazioni stanno facendo dei sacrifici, a loro va il nostro ringraziamento – ha detto Canora –. Le strutture di San Lorenzo e Mauro e Gino Avella a Pregiato sono in fase di ristrutturazione. La prima sarà disponibile entro gli inizi di novembre, per la seconda ci vorranno un paio di settimane in più. Terminati questi lavori metteremo mano anche alla palestra di Santa Lucia. Entro l’anno restituiremo alla città due impianti sportivi rinnovati ed accoglienti per il pubblico e per gli atleti oltre ovviamente che per gli studenti delle rispettive scuole. Con l’assessore alla manutenzione Nunzio Senatore è in programma in settimana un sopralluogo per valutare l’andamento dei lavori e controllare il cronoprogramma. I lavori in corso inevitabilmente creano dei disagi, per cui abbiamo pensato con l’assessore allo sport Enrico Polichetti di procedere ad una assegnazione pro-tepore degli spazi e poi rivedere il calendario quando queste strutture saranno omologate».

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi