Agro Sarnese Nocerino calcio Paganese Pagani Salerno Sport

Paganese, Grassadonia resta: “Sono più convinto di prima”. Gelato il Catanzaro

la red -iscrizione in D

L’occasione per fare il punto della situazione e anche per smentire le voci di un (im)possibile addio verso Catanzaro. Gianluca Grassadonia non lascia, ma raddoppia e, dalle pagine del sito ufficiale della Paganese, rispedisce al mittente le indiscrezioni degli ultimi giorni sul suo conto.

Il tecnico salernitano è e resta alla Paganese.

“Ho fatto una scelta ben precisa a marzo e quando do una parola la mantengo, resto volentieri al timone ancora più convinto di prima nonostante tutto. La famiglia Trapani è sinonimo di garanzia e professionalità e quindi, ancor di più nelle difficoltà, bisogna unirsi ed andare avanti”.

La risposta migliore alle voci degli ultimi giorni provenienti dalla Calabria, che davano Grassadonia in pole per la sostituzione di Erra al Catanzaro. “C’è tanto entusiasmo nonostante le note difficoltà, da parte dei nuovi e dei riconfermati vedo disponibilità e tanta voglia per cercare di sopperire al momento particolare. Pestrin può dare tanto sotto l’aspetto tecnico, temperamentale e per la sua grande personalità. Era il nostro primo obiettivo per quel ruolo ed è stato un acquisto mirato anche se ce ne devono essere altri da qui all’inizio del campionato, per costruire una squadra che possa lottare. Serve l’aiuto di tutti, sarà un anno zero per cercare di ottemperare a tutte le difficoltà”. Sta nascendo una Paganese interessante, fra volti nuovi e vecchi.

“La riconferma di Marruocco è un altro acquisto importante per noi, sappiamo cosa può darci è un lusso per questa categoria. Da lui e dagli altri esperti che deve partire lo slancio anche per chi verrà in futuro. Rimanere sul posto è positivo anche per il via vai dei calciatori che ci sarà nei prossimi giorni e non ha senso andare in ritiro. Infatti abbiamo da poche ore deciso insieme alla società, di restare a lavorare in zona sperando anche nella presenza e nell’entusiasmo dei tifosi quando ci alleneremo a Pagani”.

L’esser partiti in ritardo certo condizionerà il cammino della Paganese, ma non intaccherà i piani: Grassadonia vuol pensare comunque in grande. “Quest’anno come ho detto in passato non bisogna alzare l’asticella ma dobbiamo costruire un palazzo. Siamo in assoluto la squadra più penalizzata, sarà un campionato difficile viste le squadre blasonate che ne faranno parte, ma dove c’è professionalità, lealtà, e spirito di rivalsa c’è sicuramente positività. Siamo tutti uniti per fare una stagione importante anche se avremmo voluto farla in maniera diversa, forse così doveva andare ci metteremo il massimo impegno a prescindere da tutto”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi