Attualità Campania Comunicato Stampa Salerno

Olio extravergine d’oliva: al via la campagna Unaprol sul tappo anti-rabbocco

la red- anti-rabbocco

Al via la campagna “Chi rabbocca t’imbroglia”, promossa da Unaprol – Consorzio Olivicolo Italiano. L’obiettivo è quello di informare i consumatori sul rispetto dell’obbligo di utilizzare il tappo anti-rabbocco nei ristoranti, bar, pizzerie, tavole calde e self service.

Lo rende noto Coldiretti Campania, ricordando che nella legge “Salva Olio” è previsto il divieto categorico di utilizzare bottiglie “aperte” che consentono appunto di “rabboccare” il prodotto con evidenti conseguenze di carattere sanitario e commerciale.

La sanzione prevista arriva fino ad 8mila euro per l’esercente.

La bottiglia sporca di olio è la prova evidente – sostiene Unaprol – che la stessa è stata rabboccata e non si sa con quale olio che, spesso dai controlli effettuati, è risultato di categoria inferiore e neanche conservato nel migliore dei modi.

Pretendere il tappo antirabbocco negli esercizi pubblici – spiega Coldiretti Campania – è un diritto per i consumatori e un dovere per gli esercenti pubblici che sono obbligati a rispettare questa norma sempre. Somministrare olio senza tappo antirabbocco non consente di valorizzare la produzione del territorio, con evidente danno ai produttori. La qualità va difesa e pretesa nell’interesse di tutti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi