Marzo 1, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

«Ogni incontro era occasione di seduzione»: sono emerse diverse testimonianze contro Kawit

«Ogni incontro era occasione di seduzione»: sono emerse diverse testimonianze contro Kawit

Tre denunce di stupro e violenza sessuale Sébastien Caouette è in subbuglio da quasi un mese. Se le vittime romperanno gradualmente il silenzio, Kawit e i suoi avvocati rimarranno al loro posto.

Grazie ai nostri colleghi di lancio, il contenuto di numerose testimonianze di presunte vittime può essere rivelato all’ospite. Pompini forzati, stupri, foto di nudo, testimoni raccontano i loro momenti traumatici con la conduttrice.

Nei corridoi, si è avvicinato a me per toccarmi il seno e baciarmi [sur la bouche]. “Non me lo aspettavo, perché non la vedevo in quel modo.” Lo dice Sarah, che spera di diventare una cantante e che all’epoca dei fatti aveva 38 anni. Successivamente suggerisce di incontrarla da qualche parte in privato. Descrive lo stupro che ha subito. Ha notato anche molte somiglianze con la testimonianza di Julie, che ha presentato una denuncia. “Si è abbassato i pantaloni e mi ha detto: “È così che riesci a farcela in radio, devi farlo”. “Ero giovane e in quel momento ho obbedito”.

La moglie di Kawit rompe il silenzio sulle accuse di stupro: “Era una grande fan”

Essendo una personalità potente nei media e nella radio, Kawit ha osato fare tutto secondo i denuncianti. Anche l’artista francese Yale racconta momenti discutibili con la conduttrice. “IORicordo il modo in cui prese il mio numero di telefono: non glielo avrei dato, quindi gli chiesi il suo. E alla fine dello spettacolo mi ritrovo bloccata accanto a lui. Allunga la mano per baciarmi sulla guancia, mi sento in dovere di farlo, poi all’ultimo momento si gira e mi bacia sulla bocca. Lo dice la Liberazione.

READ  Appena uscita dalla Star Academy, Helena parla con DH: “Ho molto da dire”

Che fosse un apprendista, un ascoltatore o anche un artista, Kawit ha osato tutto. “Ogni incontro era occasione di seduzione, riassume David, uno dei suoi ex collaboratori. Quando abbiamo avuto un incontro professionale, mi ha chiesto il nome della ragazza ed è corso su Facebook per vedere se era “brava”.

Feedback degli avvocati

Gli avvocati di Kaveh, contattati da Liberation, hanno ammesso di non aver ancora letto le accuse ufficiali. “Sébastien Caoué si oppone fermamente a qualsiasi violazione della legge e sottolinea la necessità di rispettare la sua privacy e la sua dignità. Le fantasiose dichiarazioni di Mme. (Giulia) “Oliviero.”

Hanno anche spiegato che avevano già messo insieme molti degli elementi del concerto per la sala di Nanterre. Ricordano il principio della presunzione di innocenza e mettono in guardia dalla “necessaria cautela” di fronte alle “calunnie contro Sébastien Caoué”.