Campania Cava de' Tirreni EVIDENZA Salerno

Nota amara per gli Archibugieri Trombonieri Senatore: “Niente spettacolo per la festa patronale”

Archibugieri Trombonieri Senatore

Nota amara per gli Archibugieri Trombonieri Senatore: “Niente spettacolo per la festa patronale dopo il diniego allo sparo”.

E’ destinato a far discutere il comunicato stampa con il quale gli Archibugieri Trombonieri Senatore hanno comunicato che il loro spettacolo storico previsto per sabato in piazza Abbro ed inserito nel programma dei Solenni festeggiamenti di Maria SS. dell’Olmo.

Nel comunicato l’associazione precisa che la decisione di annullare lo spettacolo è stata presa a causa del diniego allo sparo degli archibugi, nonostante fosse stato inserito dal comitato organizzatore nel cartellone dei festeggiamenti e, quindi, concordato e condiviso con le Istituzioni cittadine.

La “mancata autorizzazione – si legge nella nota rende lo spettacolo privo della sua costituente principale, vanificando lo stesso in contenuto e forma”. Uno spettacolo, quello dei Senatore, esportato in tante piazze italiane, di qui l’evidente amarezza evidenziata nella nota pubblica per il diniego allo sparo.

“Proprio a Cava de’ Tirreni, patria dell’ Archibugio o volgarmente detto Pistone e già Città del Folklore d’Italia, viene negato lo sparo degli archibugi, quando, per converso, nei centri storici di borghi medioevali e in città più o meno piccole si assiste (o si partecipa) regolarmente ad una moltitudine di manifestazioni, con annesse autorizzazioni, senza alcun problema, ferme, ovviamente, le precauzioni e l’adozione delle misure di sicurezza del caso”.
“Sarebbe opportuno – conclude la nota- che tutte le componenti dai Sodalizi alle Autorità di Pubblica Sicurezza, dalle Istituzioni Cittadine agli accademici ed esperti del settore abbiano un serio e costruttivo confronto, onde dare compiuta risoluzione all’annoso problema dell’autorizzazione allo sparo. Una soluzione percorribile potrebbe essere, ad esempio, la redazione di un regolamento che, nel rispetto delle prescrizioni normative, sia chiaro e concretamente applicabile. La Città del Folklore d’Italia esista davvero, non solo sulla carta”.

(foto: SalsanoPress)

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: