Maggio 24, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

“Non è più lo stesso club”: l’ex leggenda del Chelsea attacca l’ex club e la dirigenza

“Non è più lo stesso club”: l’ex leggenda del Chelsea attacca l’ex club e la dirigenza

Il Chelsea sta vivendo una stagione disastrosa. Se il torneo di Champions League è stato l’albero che ha nascosto il bosco per mesi, l’eliminazione contro il Real Madrid lascia i Blues in un misero undicesimo posto.

Uno sfortunato e inaccettabile record di gloria passata Didier Drogba: “Non riconosco la mia squadra, non è più la stessa squadra”.Spiegato sul sito web di Canal + dopo l’incontro. L’attaccante ivoriano ha segnato 164 gol in 381 partite con i Blues nel 2004 e 2015, poi 2014 e 2015, e ha vinto la Coppa con le due grandi orecchie nel 2012.

‘Miglior portiere del mondo’, ‘gigante’, ‘supereroe’: Thibaut Courtois si è innamorato di nuovo in Spagna dopo la partita contro il Chelsea (VIDEO)

Drogba non ha esitato a confrontarsi con la nuova amministrazione, che paragona il club all’era Abramovich:C’erano anche molte acquisizioni di giocatori in quel momento. Ma le scelte sono state molto intelligenti. Abramovich ha portato giocatori come Petr Cech, Andriy Shevchenko, Hernan Crespo, Michael Essien e Florent Malouda a vincere titoli. Sono giocatori con una certa esperienza. La strategia ora è diversa, puntiamo sui giovani”.

L’ivoriano è venuto in aiuto anche del suo ex compagno di squadra Frank Lampard, che ha iniziato la sua permanenza al Chelsea con due sconfitte:Difficile per un allenatore gestire uno spogliatoio con più di 30 giocatori. Penso che manchino di leader carismatici. Hai bisogno di giocatori che prendano il gioco da soli, le loro responsabilità e un po’ di follia in campo.