fbpx
Agro Nocerino EVIDENZA Salerno Salute

Nocera Superiore, verso polo unico sanitario di Materdomini

Materdomini

Un polo unico e qualificato per i servizi sanitari. In consiglio comunale voto unanime alla richiesta del DEA di secondo livello per l’Ospedale Umberto I.

Nocera Superiore. Un polo unico e qualificato per i servizi sanitari. È l’obiettivo a breve termine per il distretto sanitario di Materdomini sul quale il sindaco , Giovanni Maria Cuofano, ha trovato piena convergenza da parte del commissario dell’Asl di Salerno, Mario Iervolino.

Cuofano e Iervolino ne hanno parlato a lungo nel corso di un incontro programmatico tenutosi ieri nella sede di via Nizza.

L’obiettivo è rilanciare il distretto di Materdomini, che è punto di riferimento di ben tre Comuni con un bacino di utenza di oltre 50mila utenti. Insieme al commissario Iervolino, è stata immaginata una centralizzazione dei servizi sanitari e degli operatori all’interno della struttura dell’ex Mimosa, sempre a Materdomini, ormai liberata da vecchi contenziosi che si trascinavano da tempo.

In questo modo si può lavorare alla creazione di un polo d’eccellenza al servizio del territorio.

Dopo Nocera Inferiore e Pagani anche Nocera Superiore chiede il riconoscimento DEA di secondo livello per l’ospedale Umberto I.

Sempre sul versante della sanità, ieri sera il consiglio comunale di Nocera Superiore, ha votato all’unanimità la delibera con la quale si chiede al governatore della Campania, Vincenzo De Luca, il riconoscimento DEA di secondo livello per l’ospedale Umberto I.

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi