Agro Nocerino

Nocera Unita. Avanza la richiesta di convocazione di uno studio di fattibilità

Studio di Fattibilità

Il comitato Pro Referendum presenta la proposta per l’istituzione di uno studio di fattibilità in ottica unificazione delle due Nocera.

Torquato:”Assenso dall’Amministrazione”. La palla passa a Nocera Superiore

Uno studio di fattibilità che possa realmente constatare vantaggi e svantaggi della possibile unificazione delle due Nocera, è quanto emerso venerdì sera nella sala teatro del Convento, custodito dai Frati Minori, Santa Maria degli Angeli posto a confine tra le due comunità cittadine. Uno studio che tenga in considerazione e in primo piano soprattutto i cittadini, rendendoli protagonisti e pieni conoscitori delle conseguenze, positive che negative, che possano scaturire dall’unione delle due Nocera. Diversi i relatori e gli interventi che si sono susseguiti. Tanti i cittadini accorsi sia da Nocera Superiore che Inferiore. Inoltre, il Comitato Pro Fusione, ha presentato un fascicoletto, rivolto a tutti i nocerini, volto ad illustrare quello che potrebbe nascere: la Nocera Unita e Grande.

Intanto i co – presidenti Antonio Pecoraro e Antonio Salzano hanno protocollato, alle rispettive case comunali, una richiesta di commissione congiunta per dare inizio ai lavori di uno studio di fattibilità sulla fusione

” Il processo di fusione dei comuni – si legge nella nota protocollata dal Comitato – è un processo che comprende scelte di natura valoriale, determinate dalle dimensioni tecniche ed economiche delle condizioni di partenza e di quelle che potranno svilupparsi in prospettiva. L’iter legislativo può essere avviato sia dai Consigli comunali che da comitati di cittadini e prevede il passaggio attraverso un referendum il quale avrà un forte peso nel processo decisionale finale. L’intero percorso dev’essere caratterizzato da confronti e negoziati. E’ opinione sia del Comitato che del Coordinamento nazionale sulla fusione dei comuni (CNFC) che ogni processo legislativo che porterà a una consultazione popolare debba essere preceduto da uno studio di fattibilità e che non siano influenzati da idea di partenza favorevoli o contrari. Per dare il via alla fase di realizzazione allo studio di fattibilità incentrato sulle nostre comunità, chiediamo ai Consigli comunali delle due città di Nocera Superiore e Nocera Inferiore istituiscano delle Commissioni congiunte per avviare e agevolare uno studio di fattibilità, rendendolo ulteriore motivo di partecipazione per le comunità interessate”.

Studio di fattibilità, primi pareri dagli amministratori locali di Nocera Inferiore

“C’è l’assenso dell’Amministrazione di Nocera Inferiore a commissionare uno studio di fattibilità – dichiara il Primo cittadino Manlio Torquato -, purché l’impegno economico alle spalle dell’avvio dello studio venga sostenuto da entrambi gli Enti”. “Se avessimo questo studio, ogni cittadino nocerino potrebbe conoscere prima di ogni decisione i vantaggi e gli svantaggi veritieri e reali di una eventuale fusione – dichiara dal canto suo il consigliere Pasquale D’Acunzi -. Chi oggi governa, senza impegno, commissioni e divulghi questo studio. Chi vuole saperne di più attende questa decisione”. Favorevole allo studio di fattibilità anche il consigliere Tonia Lanzetta che si riallaccia alle parole del sindaco. “Ok allo studio di fattibilità, ma che sia commissionato congiuntamente all’Amministrazione di Nocera Superiore, coinvolgendo tutti nella scelta dei quesiti da approfondire attraverso lo studio”.

La parola ora passa agli amministratori e al sindaco di Nocera Superiore Giovanni Maria Cuofano, che intanto, invece, spinge verso il sogno Nuceria.

Vuoi ricevere gli aggiornamenti gratuiti da laRedazione.eu ?

E' facile, semplice e gratuito. Cosa aspetti? Unisciti agli altri lettori

laRed TV


ONAIR DALLE 12 ALLE 22

invia le tue segnalazioni al:

G+

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi