Agro Nocerino

Nocera Inferiore? Stile: “Non resta che chiamarla Nocera”

Stile

Nocera Inferiore. Il consigliere comunale, Vincenzo Stile commenta il possibile cambio di nome della città di Nocera Superiore.

Stile: “Quell’aggettivo ‘inferiore’ non servirebbe più a nulla. Nocera Inferiore è una città completa. Non ci resta altro da fare che essere solamente Nocera!”

Alla luce dell’evolversi dei fatti che in questi ultimi giorni stanno caratterizzando l’intera comunità nocerina, vedi Nocera Superiore con una forte accelerata verso il cambio nome della città in Nuceria e la continua convinzione che la fusione con la vicina Nocera Inferiore “non sa’ da fare”, il consigliere comunale della città capofila dell’Agro, Vincenzo Stile interviene con una nota. “Inferiore? Beh alcuni possono, se vogliono, come è lecito, cambiare e latinizzare il nome del loro paese, chiamandolo da Nocera Superiore a Nuceria, se l’aggettivo che lo segue è legato solo a una differenza di altitudine e sottolineare la vocazione archeologica del loro Comune. A quel punto non ci resta altro da fare che togliere l’aggettivo ‘inferiore’ dal nome della nostra città ed essere solamente Nocera!”

Il perché da Nocera Inferiore a Nocera

“Quell’aggettivo ‘inferiore’ – continua Stile – non servirebbe più a nulla. Nocera Inferiore è una città completa, e non solo archeologica: ­con i suoi uffici, i servizi, l’Ospedale, il Tribunale, l’INPS, i negozi, i locali di intrattenimento, l’attrazione della movida, le bellezze naturali di Monte Albino e Sant’Andrea, con la valorizzazione dei loro sentieri e Santuari, il Castello, la valorizzazione del Polo Museale e dei beni archeologici e della Caserma Tofano, il suo polo industriale il Palazzetto dello Sport e lo Stadio. Non è poi tanto male, che ne dite? L’importante è lavorarci duramente su per migliorare i suoi problemi, senza distrazioni, per farla diventare veramente Grande. Non abbiamo bisogno di dividere con referendum vari, la cui gestione durerebbe anni e di cui è scontato l’esito divisorio, ma, invece, abbiamo bisogno di unirci in una visione di ottimizzazione di ciò che abbiamo nella nostra città e di un miglioramento sociale dei nostri comportamenti civici. L’evoluzione dipende da noi e non da trattamenti cosmetici complicati. Da oggi in poi lancio la discussione sulla proposta di chiamare la nostra città solo NOCERA, perché di “inferiore” non abbiamo niente. Oggi possiamo fare molto di più per noi, se solo si diffonde l’orgoglio e la responsabilità di appartenere alla nostra città!”

 

Vuoi ricevere gli aggiornamenti gratuiti da laRedazione.eu ?

E' facile, semplice e gratuito. Cosa aspetti? Unisciti agli altri lettori

laRed TV


ONAIR DALLE 12 ALLE 22

invia le tue segnalazioni al:

G+

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi