Gennaio 20, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Night Road – Corniaud, Youkounoun, 2ch e Cadillac raccontati dagli eroi del film

È una perla preservata dall’INA (Istituto Nazionale dell’Audiovisivo) e scoperta da France Culture. Scopriamo in pieno Andre Purville e Louis de Funes promo televisiva Per l’uscita del film di Gérard Urey corniod In esso interpretano i ruoli principali senza sapere ancora che questo lungometraggio sarà un grande successo nelle sale (oltre 11 milioni di voci) e sarà uno dei film più ritrasmessi in TV.

Se Purvill è un bravo attore, è perché non capisce la sceneggiatura.

È chiaro che l’esercizio promozionale in cui si impegnano i due attori deriva da simboli del genere. Non sappiamo se il bicchiere che Purvill tiene in mano abbia qualcosa a che fare con questo, ma la relazione inizia con un simpatico battibecco sulla comprensione dello scenario o meno. Mentre il suo amico lo rimprovera di non sapere cosa stava succedendo, né di sapere cosa stava facendo, Purville gli ha risposto, “Perché non capisco una cosa, sono terribile”. Così è da Funes che narra l’inizio cornwood E il modo in cui, spregevole, spregevole, riuscì a persuadere il gentile Purvill a trasmettere A Cadillac DeVille Una cabriolet piena di droga, con parafanghi dorati e un mozzo del volante incastonato con un enorme diamante, il famoso Yukoncon.

“Deve funzionare molto meno ora.”

E poi, dimenticano presto il film per evocare ricordi più personali. Se il modesto Louis de Funes fosse rimasto discreto, Bourville non avrebbe esitato e avrebbe evocato la sua prima auto, “Che è partito dalla manovella e ha guidato molto, molto lentamente.” E l’attore assicura che un giorno è stato superato da un ciclista. Scese subito dall’auto per farla ripartire, convinto di essere in panne. “Sono stato investito dalla mia macchina. Ma non mi sono arrabbiato.” Vero o falso, il suo vicino di casa ricorda solo la sua irritazione per il racconto, è lui che ha fatto la sua leggenda nel cinema su questo difetto. Ma spiegando che se non si arrabbia mai è solo per debolezza. “Vorrei avere la meschinità e le dimensioni di un uomo di due metri.”

Clown bianco e pagliaccio d'agosto.
Clown bianco e pagliaccio d’agosto.

La modestia e lo splendore esagerato di de Funès sembrano mettere le ali a Bourvil, che condivide in un’altra storia, la storia di un amico musicista, proprietario di una grande automobile americana. qualcosa per lui? Cammina con gli amici, seleziona il canale 2, prosegui dritto e guida per una passeggiata, finché il conducente del minivan Citroën non si incazza. In questo momento, un passeggero della grande macchina si gira indietro, si abbassa i pantaloni e attacca il sedile al lunotto per essere chiaramente visibile alla piccola famiglia in due canali. La storia non fa ridere affatto Funes, è troppo educato e troppo inciampante per questo umorismo. In 4 Minutes, due uomini completamente diversi e adorabili, il clown bianco e il clown grande, dimostrano due modi opposti di avvicinarsi alla commedia, in due modi ugualmente talentuosi.

READ  Test Redmi Smart Band Pro: sensore di attività widescreen Amoled e sensore SpO2 a basso prezzo