Novembre 27, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Nations League: la Spagna sorprende Svizzera e Portogallo correggono la Repubblica Ceca e capolista nel Gruppo B

Spagna sorpresa dalla Svizzera

La Spagna ha sbalordito 2-1 contro la Svizzera sabato a Saragozza per la quinta giornata del torneo della Società delle Nazioni e cercherà di dimostrare il proprio biglietto per i quarti di finale martedì (20:45) a Braga contro il Portogallo, vincitore del Repubblica Ceca. Repubblica 4-0 sabato sera.

Lo svizzero, ultimo nel girone B prima delle partite di sabato, ha aperto le marcature al 21′ grazie a un colpo di testa di Manuel Akanji su corner, poi la Spagna ha pareggiato nel ritorno dagli spogliatoi con Jordi Alba (55), ma subito Nati. Ha risposto con un altro gol su calcio d’angolo segnato da Brielle Empolo e toccato da Eric Garcia (58° posto), che ha finito per soffocare l’entusiasmo iberico.

Luis Enrique ha provato a capovolgere il suo attacco al 63′ per pareggiare almeno, ma nulla ha funzionato: anche se sono entrati sulle fasce i giovani Nico Williams e Jeremy Pino al posto di Ferran Torres e Pablo Sarabia, e quella di Borja Iglesias al posto di Marco Asensio come attaccante, non è riuscita la Spagna a superare il muro di Jan Sumer.

Con questa battuta d’arresto, la prima dall’inizio della fase a gironi della Società delle Nazioni, gli spagnoli tornano al secondo posto nel Gruppo Due, a due punti dalla capolista portoghese.

Per la Svizzera, questa è la seconda prestigiosa vittoria consecutiva, dopo la vittoria per 1-0 sul Portogallo a Ginevra il 12 giugno. È anche la prima vittoria della sua storia sul suolo spagnolo.

Lo svizzero ha addirittura sfiorato il distacco al 62′, su un’uscita poco negoziata di Unai Simon, sintomo della febbre della sua squadra a meno di due mesi dall’inizio della Coppa del Mondo in Qatar (20 novembre-18 dicembre).

READ  Ultime voci di mercato 16/08: Musonda - Ronvaux - Dompé - Vukotić - Niang - Udogie - Botaka - Vormer

Si pensa che la Spagna, a sua volta, veda la luce ancora una volta su questo pericoloso retropassaggio di Renato Stephen, che per poco non ha segnato l’autogol prima di staccare un calcio d’angolo.

E Luis Enrique, oltre ad aggiustare le perplessità sollevate sabato sera, dovrà monitorare le condizioni di salute di Leremy Pino, che ha chiuso il match con una grave zoppia.

Ora Cristiano Ronaldo e i suoi compagni di squadra ostacolano la Spagna: solo una di queste due grandi nazioni del calcio mondiale si qualificherà per la “Quarta finale” della Società delle Nazioni.

La Roja si era già opposta a quanto accaduto lo scorso anno: si è presa una rivincita eliminando in semifinale i neo campioni d’Europa, prima di arrendersi alla Francia in finale.

Il Portogallo vince in Repubblica Ceca

Il Portogallo ha corretto 4-0 la Repubblica Ceca e ha superato il Gruppo B, grazie in particolare a Diego Dalot, doppietta di sabato a Praga nella penultima giornata di Nations League.

Il Manchester United ha aperto le marcature dopo un’azione auto-iniziata (1-0, 33° posizione) prima che Bruno Fernandes, suo compagno di squadra ai Red Devils, rompesse prima dell’intervallo (2-0, 45+2). Nella ripresa Diogo Dalot si regala una doppietta (3-0, 52) e Diogo Jota completa la cavalcata portoghese (4-0, 82).

Dopo trenta minuti di gioco, la Seleção ha guadagnato slancio. Diogo Dalot lancia una svolta nella metà campo ceca prima di affidarsi a Bruno Fernandez, che crossa in area di rigore. Ben posizionato, Rafael Liao è tornato a Dalot che ha recuperato palla vittorioso dal calcio di rigore (1-0, 33).

I campioni d’Europa 2016 hanno dato una boccata d’aria fresca quando Mario Rui dalla sinistra ha inviato un cross nel cuore dell’area ceca che Bruno Fernandez ha spinto in rete (2-0, 45 + 2).

READ  L'Anderlecht soffre ma vince a Silkeborg e permette al Belgio di possedere 4 squadre per trascorrere l'inverno europeo

Dal canto suo Cristiano Ronaldo, un altro Manconi, non si è presentato in una serata gloriosa segnando la sua 190esima selezione. Colpo al naso dal 13° minuto, ‘CR7’ ha sbagliato completamente la palla quando Bruno Fernandes lo ha mandato superbamente al calcio di rigore (24). L’attaccante 37enne ha poi sbagliato un tiro aereo su cross di Fernandez (39° posto).

Peggio ancora, il cinque volte Pallone d’Oro ha subito un rigore quando la palla ha colpito la sua mano, proteggendo la sua faccia da un calcio d’angolo ceco, l’arbitro si è affidato al VAR per controllare il rigore.

Ma l’errore del capitano portoghese è stato in definitiva illogico poiché Patrick Schick ha mandato il suo tiro sopra le gabbie del Portogallo (45+6).

Nella ripresa il Portogallo ha restituito il punto della prima occasione. Rimanendo in vantaggio, Diogo Dalot ha ereditato un’intera pallina pivot a pochi metri dall’ingresso in superficie. Poi spara un tiro a spirale dalla sinistra, senza lasciare scampo a Tomas Vaclic (3-0, 52).

Al termine del match, in calcio d’angolo, Cristiano Ronaldo è salito più in alto di chiunque altro per girare la palla verso il secondo palo dove Diogo Jota ha seguito bene e ha chiuso il tiro portoghese di testa (4-0, 82).

Al termine della penultima giornata, il Portogallo è avanzato nel Gruppo B con 10 punti, sfruttando allo stesso tempo la sconfitta interna della Spagna contro la Svizzera (2-1).

Martedì, quando i loro vicini spagnoli hanno salutato uno shock al vertice (20:45) a Braga, Cristiano Ronaldo e i suoi compagni di squadra potranno vincere un pareggio per partecipare alla quarta finale della Nations League.

READ  Vantaggi XXL ma nessun contratto ancora: "Se Mertens vuole restare, sarà alle condizioni del club"