Dicembre 3, 2021

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Microsoft avvia il metaverso

« il metaverso ci permette Integrare l’informatica del mondo reale e integrare il mondo reale nell’informatica. Aggiungi una presenza reale a qualsiasi spazio digitaleLo ha affermato il CEO di Microsoft Satya Nadella. Il colosso tecnologico statunitense Microsoft sta entrando nel metaverso con aggiornamenti ai suoi servizi Teams e console di gioco Xbox, insieme a un nuovo prodotto chiamato “Dynamics 365 Connected Spaces ».

Aggiornamenti delle squadre

Amministratore delegato MicrosoftSatya Nadella ha annunciato i piani del metaverso dell’azienda per Teams and Spaces il 2 novembre alla conferenza Microsoft Ignite:

« Il metaverso ci consente di integrare l’informatica del mondo reale e di integrare il mondo reale nell’informatica. Aggiungi una presenza reale a qualsiasi spazio digitale. La cosa più importante è che siamo in grado di portare con noi la nostra umanità e scegliere come vogliamo vivere in questo mondo. . »

L’aggiornamento per Microsoft Teams è stato doppiato.non “La sua implementazione iniziale nel 2022 fornirà agli utenti avatar digitali personalizzati e spazi immersivi per incontrarsi nel metaverso”.Vi si accede da qualsiasi dispositivo, senza bisogno di attrezzature speciali ».

Successivamente nello sviluppo di Mesh, le organizzazioni potranno anche creare spazi dedicati a supporto di contesti come meeting o “Frullatori sociali».

Il nuovo prodotto Microsoft Dynamics 365 Connected Spaces sarà presentato in anteprima a dicembre 2021 e consentirà alle organizzazioni di integrare la tecnologia del metaverse e l’intelligenza artificiale (AI) con le loro attività.

«Dopo la pubblicazione, attiva semplicemente i modelli basati sull’intelligenza artificiale, chiamati competenze, per aiutare a comprendere scenari specifici come il comportamento dei clienti durante una promozione, i modelli di traffico e le informazioni uniche nel tuo spazio.»

READ  Ubisoft: l'azienda cerca di investire e creare giochi blockchain

Integrazione del metaverso

Nadella ha anche affermato che la società di videogiochi Xbox di Microsoft avrebbe “funzionato”stupidamente» per integrare il metaverso nella sua suite di giochi. Tuttavia, il CEO sa come nascondere il suo gioco, in quanto non ha fornito aggiornamenti concreti all’industria videoludica.

«Puoi assolutamente aspettarti che facciamo cose nel giocoNadella ha detto, aggiungendo:

«Se prendiCiaoCome un gioco, èNSincita.Maine CraftÈ il metaverso, proprio comeSim viaggio. In un certo senso, oggi è 2D e la domanda è, puoi riportarlo in un mondo completamente 3D ora, e abbiamo sicuramente intenzione di farlo.»

Microsoft non è l’unico grande gigante a presentare i suoi piani per il metaverso questa settimana, Nike ha introdotto app di marchi per il suo logo iconico e lo slogan da utilizzare in “Mondi virtuali onlineLa società ha anche recentemente annunciato due posti vacanti per Virtual Material Designers.

Anche il gigante dei social media Facebook sta facendo un salto nel metaverso, con il suo rebranding come Meta e la società che si sforza di fornire una piattaforma per i creatori per costruire attività virtuali online, collegare esperienze online al mondo fisico e lanciare la propria attività di hardware VR chiamata Reality Laboratori.

In un’intervista con Squawk Box della CNBC il 29 ottobre, il co-fondatore di Reddit Alexis Ohanian ha commentato i piani di Facebook, definendolo un “Ictus in termini di diversione e distrazione»I problemi che affliggevano l’azienda.

Mentre Ohanian ha notato che il Meta non dovrebbe essere “sottovalutatoHa notato che c’è abbastanza movimento organico nel settore delle criptovalute per creare un metaverso aperto rispetto a uno controllato dal gigante dei social media:Attualmente c’è un’ondata di adesioni metaverso. Abbiamo visto cosa sta succedendo nella comunità cripto… stiamo vedendo molte persone costruire ciò in cui credo e speriamo che diventi un tipo di mondo più organico piuttosto che il mondo che Facebook impone dall’alto verso il basso.»