Luglio 1, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Marrakech Risate o abbozzate valori anti-marocchini

Dal 2011, i marocchini scoppiano a ridere al Festival Internazionale dell’Umorismo “Marrakech de Ré”. Non potrebbe essere altrimenti perché la grafica si tinge di una buona dose di umorismo. Ma ciò che potrebbe attirare l’attenzione di alcuni sono le prese in giro a volte indigeribili, i disegni rozzi, animati da artisti stranieri e binazionali, ostili ai valori e all’integrità morale dei marocchini, e le parodie indigeribili dello stile di vita, della religione e della lingua. dai marocchini.

Da leggere: I segreti di Jamal Debbouze nella decima edizione di Marrakech Deira

“Alcuni comici, con il pretesto della loro affiliazione o vicinanza alla comunità marocchina o musulmana, come Gad Elmaleh, Malik bin Talha o Frank Dubusque, hanno deriso il pubblico presente al Palazzo El Badi e si sono presi la libertà di trattare con i marocchini cittadini concentrandosi solo su alcuni tratti negativi”. Parlaman. Il sito eleva anche lo status di alcuni artisti francesi come Jeremy Ferrari. Durante l’edizione 2013 di “Marrakech du rire”, quest’ultimo ha deriso l’antica architettura marocchina con uno sketch di cattivo gusto in cui interpretava una guida turistica “trascendente”.

Leggi: La presenza di Riyad Mahrez e Islam Slimani al Festival di Marrakech è controversa

Nonostante il malcontento di alcuni marocchini, questi tipi di disegni sono ancora mostrati al Festival della risata di Marrakech. Cosa, lamenta la stessa fonte, ad irritare di più. I marocchini hanno perso il senso dell’umorismo?

READ  Décès à 77 e l'attrice belgo-italiana Catherine Spaak