Luglio 1, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

La promozione di Gérard Darmon da parte del principe Moulay Rachid

Di fronte a Manu Kacchi, il presentatore, l’attore e cantante franco-marocchino Gerard Darmon si è lasciato andare ad alcuni segreti sulle sue origini e sulla sua infanzia, in particolare la domanda che molti francesi si pongono sui motivi che hanno spinto l’attore a sottomettersi. di nazionalità marocchina.

Leggi: Faudel parla del re Mohammed VI e della cittadinanza marocchina (video)

Per alcuni, anche se l’attore ha recentemente rivelato che il Marocco è ancora la terra dei suoi antenati, resta chiaro che dietro questa improvvisa voglia di ottenere la cittadinanza marocchina si nascondono altri motivi. Ma per Gérard Darmon non è affatto così. “Stavo discutendo con una delle personalità marocchine (ndr: il principe Moulay Rachid) del mio attaccamento al Marocco, che visito da più di 40 anni. Gli ho detto che è la terra dei miei nonni e dei miei bisnonni Un giorno, questo personaggio è tornato a trovarmi per dirmi che ha raccontato la mia storia a suo fratello (il re) e che si è commosso ha deciso di concederti la cittadinanza marocchina, il che è davvero eccezionale.

Da leggere: Qual è il valore della nazionalità marocchina?

Successivamente, il principe Moulay Rachid ha chiesto a Gérard Darmon di scrivere una lettera di presentazione per questo. Ciò che l’attore si è affrettato ad accettare. “Così ho aperto una lettera di presentazione con il cuore. Ecco perché l’ha letta e ha accettato il mio ordine. Così sono andato a Rabat per fare in due ore quello che alcune persone prendono 15, 20 o non fanno mai. Quindi ho il mio passaporto e il mio marocchino documenti. E questo è per onore. Non per nulla relativo alle tasse. “Non ho niente lì. Lo amo così tanto solo per amore del Marocco”.

READ  "Non ti nasconderò il mio dolore."

Da leggere: Europa: i marocchini sono paladini della naturalizzazione

Per coloro che lo accusano di non essere francese nella sua discendenza ebraica, Gérard Darmon è esilarante. “Sì, mi sento francese in modo abbastanza evidente. Mi sento più francese quando le persone cercano di dirmi che non lo sono davvero.